Redazione

Il recente allarme lanciato in merito alla mancanza di sangue nelle strutture ospedaliere durante il periodo estivo ci permette di rilanciare l’invito a tutta la comunità romena in Italia a mettersi in contatto con i centri Avis per offrire la disponibilità nella raccolta del sangue.
Ricordiamo che il presidente di Avis Andrea Tieghi aveva incontrato – presso la sede nazionale di Milano – un’ampia delegazione della Lega romeni d’Italia, la federazione che raggruppa il maggior numero di associazioni di cittadini rumeni residenti nel nostro Paese. L’appuntamento si inseriva nelle attività dell’Osservatorio Avis per la cultura del dono del sangue e nelle strategie dell’Associazione per avvicinare il maggior numero di cittadini non italiani alla donazione di sangue, favorendo un percorso d’integrazione e fratellanza.
La Lega romeni d’Italia (Lri) era rappresentata dal presidente, dall’ing. Stelian Ionescu, dal dott. Constantin Ciltea (insieme alla consorte) e dalla cantante Haiducii. La delegazione romena era affiancata dal console onorario di Genova, Massimo Pollio, che ha assicurato il massimo sostegno delle istituzioni del Paese alla collaborazione con Avis. Intento della Lri è promuovere tra i propri connazionali presenti nella penisola iniziative di solidarietà, volte a dimostrare la fratellanza universale tra italiani e rumeni.
I contatti tra Avis e la Lri proseguiranno nelle prossime settimane e attraverso il lavoro di un gruppo tecnico si giungerà – entro un paio di mesi – alla sottoscrizione di un protocollo d’intesa.
Prof. Maria Mocanu
Presidente Lega romeni d’Italia

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi