Riservate ai portatori d'handicap aree attrezzate allo Stadio dei Ciclismo e, lungo il circuito, sulla salita dei Ronchi


Redazione

19/09/2008

Davvero ètutto pronto per i Mondiali di ciclismo a Varese se finalmente spazi attrezzati sono stati predisposti affinché anche i portatori di handicap possano agevolmente assistere a una così importante competizione. Gli organizzatori della manifestazione, infatti, d’intesa con il Dipartimento di Protezione civile, hanno voluto assegnare specifiche aree ai disabili.

La prima, dalla serata inaugurale alla gara dei professionisti élite, è ubicata al Cycling Stadium (con accesso a pagamento limitatamente alle giornate di sabato e domenica): potrà accogliere 30 disabili con accompagnatori. L’altra area si trova all’inizio della salita dei Ronchi, in uno dei punti più suggestivi del circuito, e sarà accessibile gratuitamente con una capacità di 300 disabili in carrozzina.

Il Dipartimento di Protezione civile ha affidato la gestione delle aree riservate ai disabili all’Unitalsi (Unione nazionale italiana trasporto ammalati Lourdes santuari internazionali), l’associazione che da 104 anni si occupa dell’assistenza ai malati verso le mète dei loro pellegrinaggi e che dal Giubileo 2000 collabora a grandi eventi in collaborazione con la Protezione civile.

I volontari dell’Unitalsi sono stati impegnati durante il convegno “Agorà” dei giovani a Loreto un anno fa, ma avevano recato un contributo di particolare rilievo nell’assistenza ai fedeli in occasione sia delle esequie di Giovanni Paolo II, sia dell’intronizzazione di Benedetto XVI.

E anche per i Mondiali di Varese – assicura Vittore De Carli, responsabile regionale Unitalsi in seno al Dipartimento di Protezione civile – oltre 100 volontari con 20 mezzi (di cui 12 provenienti dal Veneto e dall’Emilia Romagna), garantiranno trasporto e assistenza ai portatori di handicap appassionati di ciclismo.

Avvalendosi di pulmini attrezzati (pedana idraulica, spazi per 3 disabili in carrozzina e per altri 3 appositi sedili) per il trasporto di persone in difficoltà, saranno sempre pronti, con base al Palawhirpool di Masnago dove, lasciata la propria vettura su una superficie di sosta riservata, i disabili verranno accompagnati al Cycling Stadium e riaccompagnati al parcheggio alla fine della manifestazione.

L’ingresso, previa prenotazione, sarà libero da martedì a giovedì, a pagamento, come detto, negli altri giorni. Altri pulmini presteranno servizio tre ore prima delle gare e funzioneranno fino a 60 minuti prima della partenza dei corridori, facendo la spola sia dalla stazione Fs, sia dalla Stazione Fn di Varese.

Venerdì, sabato e domenica le persone handicappate potranno usufruire del parcheggio numero 29, presso il Centro sportivo Bosto di Capolago, per raggiungere l’area loro riservata all’inizio della salita dei Ronchi. La zona protetta, operativa tre ore e mezzo prima delle gare, disporrà di bagni attrezzati, bar, tenda per emergenze sanitarie e per la conservazione di medicinali. Nel complesso, un esempio di solidarietà e civiltà dello sport.

Per l’accesso alle aree e ai parcheggi riservati èobbligatoria la prenotazione al n. 051.5881590.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi