Al via la call per la gestione condivisa dei beni comuni nel quartiere Adriano e nell’area di via Padova su piattaforma Oppidoo

via-padova
Una panoramica di via Padova

Lunedì 1 febbraio si è tenuto un incontro digitale dedicato a lanciare una call per aderire a Luoghicomuni, l’azione di Lacittàintorno, programma di Fondazione Cariplo, coordinata da Labsus e Italia Nostra, grazie alla quale è possibile prendersi cura degli spazi non utilizzati nei propri quartieri in maniera partecipata insieme agli altri e in accordo con l’Amministrazione. L’evento è stato l’occasione per promuovere Oppidoo, piattaforma innovativa dedicata alla partecipazione attiva, e annunciare una call – aperta fino al 15 marzo – nel quartiere Adriano e nell’area di via Padova, con l’intenzione di raccogliere progetti destinati a ripensare e riutilizzare luoghi aperti e spesso abbandonati. Oppidoo è una piattaforma semplice e intuitiva dedicata agli abitanti, alle associazioni e a chiunque voglia mettersi in gioco per sviluppare collaborazioni volte a migliorare i luoghi e la vita nel proprio quartiere. Per aderire e partecipare basta iscriversi https://www.oppidoo.com/

Le proposte selezionate saranno accompagnate da Labsus verso la stipula del Patto di collaborazione, facilitando i rapporti con il Comune di Milano e curando il percorso dalla co-progettazione fino poi alle fasi successive di promozione, agevolazione e monitoraggio delle attività previste. Partner anche Italia Nostra Onlus che fornisce sostegno tecnico e formativo per la realizzazione degli interventi legati al verde mettendo a disposizione operatori, attrezzi, mezzi per il trasporto, piante donate da altre istituzioni e tutto il materiale vegetale necessario. Tutte le proposte che non saranno seguite nell’ambito di Luoghicomuni saranno in ogni caso condivise con l’Ufficio Partecipazione del Comune di Milano.

Per presentare il proprio progetto basta iscriversi alla piattaforma Oppiddo e proporre la propria attività accompagnata da una breve descrizione. La call scade il 15 marzo. Tutti i proponenti saranno contattati nei giorni successivi per un colloquio di approfondimento con Labsus e Italia Nostra Onlus. La possibilità di presentare proposte rimarrà in ogni caso sempre aperta fino al 15 settembre.

Saranno privilegiate in particolare le proposte che coinvolgono una platea di attori ampia ed eterogenea: infatti si ricorda che tutti, anche soggetti informali, possono candidarsi a collaborare. Saranno favoriti, ancorché in modo non esclusivo, i progetti che presentino soluzioni innovative e originali per rispondere ai bisogni emergenti nell’era Covid, in particolare legati alla cura delle persone più fragili e degli spazi aperti collettivi. Grande attenzione verrà data, in particolare, ai progetti che propongono attività di contrasto alla solitudine, rivolte a soggetti a rischio esclusione e a proposte per la gestione degli spazi pubblici in condizioni di sicurezza, per vivere “alla giusta vicinanza” anche in questo tempo.

Info: lombardia@labsus.net

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi