Diffusi i dati della Camera di Commercio di Milano in vista di Expo. Leggera la flessione rispetto al 2012, che si attesta intorno al -1,2%

di Cristina CONTI

giapponesi a Milano

La Lombardia si posiziona al quinto posto tra le principali destinazioni turistiche vendute a livello internazionale, dopo Lazio, Veneto, Toscana e Campania. Mentre è al secondo sul mercato asiatico, preferita soprattutto da coreani e giapponesi, al terzo per i cinesi, al quarto per gli indiani. Buona anche la presenza dei russi. Il dato emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano.

Sono 20 milioni gli stranieri arrivati in Lombardia nel 2013 in leggera flessione rispetto al 2012, che si attesta intorno al -1,2 per cento.

Ad attrarre i cittadini stranieri è soprattutto Milano, scelta dal 33,9 per cento dei viaggiatori internazionali. Ma piacciono molto anche le province dei laghi, in particolare Varese, che ha registrato il 24,6 per cento delle presenze, e Como, con il 22 per cento.

Per venire incontro ai gusti dei turisti sono cresciute nell’ultimo anno le imprese legate ai settori di alloggio e ristorazione, oltre che agenzie di viaggio e tour operator. Sotto la Madonnina si è registrato un 8,7 per cento in più rispetto al 2012, mentre il resto della regione ha avuto un incremento dell’8,4. Circa 4.200 imprese su un totale di 18 mila a Milano (il 23 per cento) e 8.800 su 55 mila in Lombardia (16,1 per cento). «Milano è una città a forte vocazione turistica che si sta spostando dal tradizionale turismo di affari al leisure. In questo processo un motore importante di sviluppo è l’Esposizione Universale che sarà l’occasione per ripensare i servizi turistici del nostro territorio consentendo a questa metropoli di continuare a giocare un ruolo di primo piano nel network delle città globali a cui appartiene», ha spiegato Claudio Rotti, vice presidente del comitato tecnico scientifico per l’internazionalizzazione di Promos, azienda speciale della Camera di Commercio di Milano.

Viaggiatori nuovi, offerte nuove. E così tour operator e agenzie stanno organizzando pacchetti inediti dedicati alla scoperta del territorio lombardo, all’enogastronomia e alle eccellenze manifatturiere. «Expo è un evento di portata planetaria, unico e difficilmente ripetibile, che sarà l’occasione per far riscoprire a milioni di visitatori stranieri il piacere del viaggio in Italia a partire dalla Lombardia», aggiunge Giuliano Noci, presiedete della società Explora SC.p.A. Diventa quindi importante promuovere un’offerta turistica innovativa che unisca la visita all’Esposizione Universale con la riscoperta delle bellezze del territorio. «Una promozione pensata soprattutto verso i grandi Paesi emergenti, come Russia e Cina, che sono oggi il target più interessante per numero di turisti e capacità di spesa», conclude Noci.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi