Una mostra di fotografie accompagnate da poesie e un programma che comprende concerti, presentazioni di libri, incontri, cinema e teatro

Stefano Porfirio
Foto di Stefano Porfirio

Diciassette fotografie e diciassette poesie in ricordo di ognuna delle diciassette vittime della Strage di Piazza Fontana del 12 dicembre 1969 alla Banca Nazionale dell’Agricoltura.

Nel cinquantesimo anniversario di quella che fu una delle pagine più drammatiche della storia della Repubblica Italiana, venerdì 6 dicembre, alle 16.30, presso la Casa della Memoria (via Confalonieri 14, Milano), si inaugura la mostra “17 Graffi. Piazza Fontana 50°”, alla presenza dell’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno e al presidente del Comitato di Gestione di Casa della Memoria Alberto Martinelli.

Promossa dall’Associazione Piazza Fontana 12 dicembre 1969 e da Casa della Memoria, ideata e curata da Stefano Porfirio, realizzata da photoSHOWall di Davide Tremolada Intraversato, la mostra presenta 18 fotografie, ognuna delle quali corredata da un componimento poetico, per onorare le vittime e ricordare che i parenti non hanno smesso di contare e dimenticare i 18.262 giorni trascorsi da quel tragico pomeriggio del 1969.

Diciassette fotografie, una per ogni vittima, sono la rappresentazione e una interpretazione di chi allora perse la vita e, a fine mostra, saranno donate all’Associazione Piazza Fontana 12 dicembre 1969, stampate in fine art da Cilab. La diciottesima immagine, invece, realizzata da Stefano Porfilio e anch’essa accompagnata da una poesia, è stata invece concepita come immagine simbolica dell’intero percorso espositivo.

Espongono i fotografi: Marina Alessi, Gianni Berengo Gardin, Silvio Canini, Francesco Cito, Antonio Grassi, Raoul Iacometti, Massimo Lagorio, Gianni Macheda, Stefania Mantelli, Graziano Perotti, Mauro Pinotti, Stefano Porfirio, Paola Rizzi, Andrea Rossato, Angelo Raffaele Turetta, Paolo Scarano, Emanuela Viaro, Adolfo Violini.

I testi a commento delle fotografie saranno letti il giorno dell’inaugurazione: sedici scritti appositamente per la mostra, mentre due sono tratti, rispettivamente, dalla poesia Patmos di Pier Paolo Pasolini (composta nei giorni immediatamente successivi alla strage) e dal libro di Matteo Dendena Ora che ricordo ancora. Partecipano gli autori: Rossana Bacchella, Federico Balzarini, Gianni Bombaci, Agnese Coppola, Matteo Dendena, Federica Giuliani, Sandro Iovine, Federico Klausner, Giuseppe Langella, Susan Moore, Roberto Mutti, Pier Paolo Pasolini, Erica Regalin, Silvestro Serra, Melina Scalise, Frediano Tavano, Benedetta Tobagi, Mauro Toffetti, Roberto Uggeri.

Alle 18 seguirà il “Concerto per Piazza Fontana”. In omaggio alle vittime della strage un’anteprima di CantiereMemoria 2019/2020, intitolato quest’anno EMERGEnza LIBERTA’. Al pianoforte il maestro Emanule Delucchi eseguirà musiche di Johann Sebastian Bach, Fryderyk Chopin, Leopold Godowsky, Arnold Schönberg.

Complementare alla mostra, e all’interno della Casa della Memoria, è il progetto speciale photoSHOWall “I Giganti”, a cura di Roberto Mutti: sei delle foto in mostra (Francesco Cito, Gianni Berengo Gardin, Antonio Grassi, Graziano Perotti, Paolo Scarano, Angelo Raffaele Turetta) verranno scomposte grazie a un sistema espositivo non convenzionale di grande dimensione e dal grande impatto visivo, disposto in forma circolare a evocare una piazza ideale.

La mostra “17 Graffi. Piazza Fontana 50°” è inserita all’interno del programma «Piazza Fontana 1969-2019. Racconti di una strage» che prevede presentazioni di libri, incontri, cinema e teatro per non dimenticare.

Informazioni al pubblico: info@im-pav.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi