Induce all’ottimismo il dato che emerge dall’analisi congiunturale dell’Artigianato manifatturiero in Brianza realizzata dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza

di Cristina CONTI

lavoro

C’è ottimismo tra le imprese brianzole. Nonostante ordini, produzione e occupazione siano nuovamente in calo, il fatturato inizia lentamente a risalire, recuperando un +0,5 per cento rispetto al secondo trimestre di quest’anno. Questo il dato che emerge dall’analisi congiunturale dell’Artigianato manifatturiero in Brianza realizzata dall’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con le Associazioni provinciali dell’artigianato e dei Lavoratori del territorio.

La produzione nel terzo trimestre 2012 ha registrato un -2,2%, mentre gli ordini sono diminuiti a livello congiunturale (-2,5%) e tendenziale (-9,5%). Torna negativo anche il saldo tra entrate e uscite nel mondo del lavoro (-0,8%) e aumenta il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni: ne ha fatto richiesta il 15,5% delle imprese dell’artigianato manifatturiero brianzolo, contro l’11% dello scorso trimestre. «In un momento come questo, caratterizzato da una congiuntura economica particolarmente difficoltosa, le istituzioni devono traghettare le imprese fuori dalla crisi, mostrando particolare attenzione verso i mercati internazionali in espansione, in grado di far ripartire gli ordini», ha dichiarato Gianni Barzaghi, membro della Giunta della Camera di Commercio di Monza e Brianza.

Il fatturato, invece, migliora. La variazione tendenziale passa, infatti, dal -10,9% del trimestre scorso al -6,8% dell’attuale, mentre a livello congiunturale la variazione è leggermente positiva e tocca il +0,5%. La quota del fatturato estero totale risale inoltre a livelli vicini a quelli registrati nel 2011, fino al 4,7%.

Malgrado il quadro complessivo di difficoltà, migliorano le aspettative riguardo alla produzione e gli imprenditori artigiani si fanno meno pessimisti. La percentuale degli artigiani che prevede un aumento della produzione, infatti, sale al 18,8%, mentre nel secondo trimestre 2012 era l’11,3%. «Il dato sul fatturato in lieve crescita rispetto al trimestre precedente e le aspettative positive sulla produzione, devono rappresentare un nuovo punto di partenza per la ripresa dell’artigianato manifatturiero della Brianza – ha detto Walter Mariani, membro della Giunta della Camera di Commercio di Monza e Brianza -. Una ripresa che non può e non deve rimanere un miraggio, ma che, con l’aiuto delle istituzioni e con sgravi fiscali sui piccoli imprenditori, rimetta in moto la produzione e rimuova lo stallo occupazionale».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi