Esperti da Parigi, Vienna, Bologna, Roma e Milano riuniti nel convegno “Senza dimora: disagio, sofferenza e percorsi possibili”, in programma nell’Aula magna dell’Ospedale Niguarda

homeless

Un momento di confronto sul tema delicato degli homeless e della salute mentale, tra realtà che operano in questo settore a livello locale, nazionale ed europeo. È il convegno “Senza dimora: disagio, sofferenza e percorsi possibili”, in programma il 22 giugno nell’aula magna dell’ospedale Niguarda Ca’ Granda.

Sulle strade del nostro Paese vivono tra i 50 e i 60 mila senza dimora, italiani e stranieri, molti dei quali soffrono di problemi psichici e hanno dipendenze da sostanze. La maggior parte di loro è nelle grandi città: a Milano, per esempio, si concentra il 75% dell’utenza lombarda. Per operare con gli homeless delle metropoli è necessario quindi riflettere in modo costante e condividere strategie e buone prassi.

È quello che faranno, a partire dalle 9.30, gli operatori dell’Observatoire de SamuSocial di Parigi, dell’Heisarmee Österreich di Vienna, della Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, del Comune di Bologna e della Caritas di Roma. Interverranno anche i responsabili di alcuni realtà milanesi, tra cui il progetto “Diogene”, che cerca di ridurre la sofferenza psichica dei senza dimora in modo flessibile e itinerante. Attraverso le uscite serali di alcune unità mobili composte da psichiatri, psicologi e educatori, “Diogene” consente ai senza dimora di intraprendere un percorso di cura e inclusione sociale in grado di facilitarne la presa in carico da parte dei servizi territoriali.

Il progetto, finanziato da Regione Lombardia, è realizzato dalla Cooperativa Novo Millennio in collaborazione con Casa della Carità, Caritas Ambrosiana e le aziende ospedaliere di Niguarda Ca’ Granda e San Gerardo di Monza. Le stesse realtà che, insieme al Centro Ambrosiano di Solidarietà, hanno organizzato il convegno. L’evento è patrocinato da Regione Lombardia, Comune di Milano, Asl Milano e Asl Monza Brianza.

Ad aprire la giornata sono stati invitati il dott. Pasquale Cannatelli, direttore generale dell’azienda ospedaliera Ospedale Niguarda Ca’ Granda, Marco Granelli, assessore alla Sicurezza e alla Coesione sociale del Comune di Milano, e Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi