A crescere sono soprattutto i ricavi dal turismo: oltre 12 milioni il valore del guadagno stimato in più per bar e ristoranti

di Cristina CONTI

Expo

Expo 2015 è appena iniziato e già arrivano le prime buone notizie: il primo week-end ha raggiunto quasi 30 milioni di euro di indotto. A dirlo è una stima dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Ciset, Istat, Regione Lombardia, Registro Imprese e sentiment degli operatori.

A crescere sono soprattutto i ricavi dal turismo. È di oltre 12 milioni il valore del guadagno stimato in più per bar e ristoranti. Mentre gli alberghi e le altre strutture ricettive raggiungono 1,6 milioni di euro. Lo shopping vale 7,5 milioni e i trasporti 2,2. «Per il sistema della Brianza allargata abbiamo messo a disposizione del territorio progettualità e risorse per favorire la massima sinergia tra imprese e istituzioni, creare occasioni di business, valorizzando al contempo le eccellenze e le specificità brianzole, dal patrimonio artistico a quello culturale, fino ad arrivare alla tradizione enogastronomica», spiega Carlo Edoardo Valli, presidente della Camera di Commercio di Monza e Brianza.

L’aumento dell’indotto turistico non riguarda solo Milano, ma anche il territorio di Monza e Brianza e quello del Lago di Como e Lecco: qui strutture ricettive e servizi legati alla ristorazione e all’intrattenimento assorbono circa il 10% del valore aggiuntivo dato da Expo per il primo fine settimana di maggio. «In collaborazione con le istituzioni, la Camera di commercio è impegnata nella valorizzazione dell’offerta turistica del territorio attraverso la costruzione di pacchetti, di informazioni e di assistenza al turista, di promozione dei prodotti e servizi innovativi», commenta Valli.

In particolare questi obiettivi si realizzano attraverso due istituti: Monza crea Valore e Brianz@Expo2015. La prima è una società di promozione compartecipata da Comune di Monza e Camera di Commercio, impegnata nella valorizzazione dell’offerta turistica della Brianza, attraverso la costruzione di pacchetti di informazioni e assistenza al turista, di promozione di prodotti e servizi innovativi. La seconda, invece, è un’associazione di business oriented con capofila la Camera di Commercio, per favorire gli incontri tra imprese, delegazioni e visitatori stranieri durante Expo. Nei mesi che hanno preceduto l’avvio dell’Esposizione universale ha favorito incontri tra circa 150 imprese brianzole e più di una ventina di commissari, vicecommissari e responsabili dei Padiglioni dei Paesi partecipanti.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi