All’interno della Casa circondariale raccolti oltre 2000 euro con cui sono stati acquistati 58 tablet con cover antisettiche per le persone colpite dal virus e ricoverate in isolamento nell’ospedale di Varese

Casa circondariale Busto Arsizio

Le persone detenute presso la Casa Circondariale di Busto Arsizio hanno raccolto 2.177€ pro malati covid. La cifra ha permesso di acquistare 58 tablet con cover antisettiche per vincere l’isolamento delle persone colpite dal virus. «Sappiamo cosa vuol dire essere isolati, non poter sentire la famiglia»: così i detenuti si sono fatti carico dell’onere di sopperire alla forzata lontananza dai parenti, cui il contagio costringe.

Giovedì 30 aprile, alle 10.30, il Direttore della Casa Circondariale di Busto Arsizio, il dottor Orazio Sorrentini, con il Comandante Rossella Panaro e il cappellano don David Maria Riboldi si recheranno all’ospedale di Varese per incontrare il personale sanitario e consegnare i 58 tablet con cover antisettiche.

Anche le carceri di Bollate e di Poggioreale hanno avviato raccolte di solidarietà simili.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi