È il tema al centro del seminario di studio dei docenti di Teologia e degli assistenti pastorali riuniti a Brescia. Ad aprire i lavori la relazione del vescovo Luciano Monari

Monsignor Luciano Monari

I giovani, con le loro aspettative e le loro difficoltà, saranno al centro dei lavori del seminario dei docenti di Teologia e degli assistenti pastorali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. A ospitare le giornate di studio, diventate un appuntamento fisso all’inizio dell’anno accademico, sarà la sede di Brescia dove, dal 12 al 15 settembre, si ritroveranno oltre 50 partecipanti per affrontare il tema “I vostri giovani avranno visioni (Gl 3,1). Quale proposta formativa per i giovani dell’Università Cattolica?”. Il programma prevede relazioni, tavole rotonde e dibattiti, ma non mancheranno momenti di preghiera, di convivialità e di conoscenza delle bellezze storico-artistiche della città.

L’apertura del seminario – promosso dal Centro Pastorale dell’Ateneo in collaborazione con l’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori – si terrà lunedì 12 settembre nella sede del Palazzo vescovile di Brescia (ore 15.30). Dopo i saluti istituzionali del rettore dell’Università Cattolica Franco Anelli, di monsignor Giacomo Canobbio, delegato per la cultura della diocesi di Brescia, di Paola Bignardi, Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori, di Emilio Del Bono, sindaco di Brescia, Valerio Valenti, prefetto della città di Brescia, Alessandro Azzi, presidente EBIS, e la presentazione dell’iniziativa affidata a monsignor Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico generale dell’Ateneo, seguirà la relazione a sfondo biblico di monsignor Luciano Monari, vescovo di Brescia, dal titolo: “Ebbe compassione… e si mise a insegnare loro molte cose” (Mc 6, 34). Chiuderà l’incontro un dibattito a più voci con alcuni docenti dell’Ateneo, moderati da Luigi Pati, preside della facoltà di Scienze della Formazione.

«Il seminario costituisce un’occasione qualificata per riflettere e confrontarsi su aspetti fondamentali del servizio formativo e pastorale che i docenti di Teologia e gli assistenti pastorali, assieme a tutte le altre componenti della comunità accademica, offrono oggi ai giovani che scelgono l’Ateneo dei cattolici italiani – spiega monsignor Claudio Giuliodori, promotore dell’iniziativa -. Attraverso l’approfondimento dei dati emersi nel corso degli ultimi anni grazie al “Rapporto giovani”, curato dall’Istituto Toniolo in collaborazione con l’Ateneo, e in particolare della pubblicazione sulla religiosità dei giovani “Dio a modo mio” (Vita e Pensiero, 2015), si intende raggiungere una conoscenza più approfondita del profilo umano, intellettuale e spirituale del mondo giovanile in generale e, nello specifico, dei giovani studenti dell’Università Cattolica al fine di definire meglio la proposta di formazione teologica e di accompagnamento pastorale».

La seconda giornata del seminario (martedì 13 settembre) sarà interamente dedicata all’approfondimento della condizione giovanile, nella mattinata, con un focus dedicato alla dimensione esistenziale e religiosa dei giovani e una ricognizione delle aspettative degli studenti dell’Università Cattolica e delle proposte dell’Ateneo, nella sessione pomeridiana. In serata è prevista una visita guidata al Complesso di Santa Giulia e ad altri luoghi significativi della città di Brescia.

Nella mattinata del terzo giorno (mercoledì 14 settembre) i lavori si svolgeranno presso il Centro di studi di Concesio dedicato al Papa bresciano e, dopo la visita alla Collezione di arte contemporanea, sarà possibile approfondire attraverso due relazioni il profilo di “Paolo VI padre e maestro per gli universitari”. Nel pomeriggio, dopo il trasferimento al Convento francescano di Rezzato, dove padre Agostino Gemelli ha vissuto il tempo del noviziato, è previsto il confronto sull’ultima bozza di revisione dei programmi dei corsi di Teologia offerti in Università Cattolica.

Le giornate si completeranno con l’intervento del rettore professor Franco Anelli che, nella mattinata di giovedì 15 settembre, introdurrà il dibattito sulle “Linee di impegno comune per l’Ateneo del futuro”. I lavori si concluderanno con l’intervento dell’assistente ecclesiastico generale, monsignor Giuliodori.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi