Un gruppo di lavoro voluto dall’Arcivescovo all’opera per individuare strategie di azione, anche in ottica di prevenzione

usura-criminalità

Un Competence Center contro il fenomeno del sovraindebitamento. L’ha istituito l’Università Cattolica del Sacro Cuore, su invito della Diocesi, della Caritas Ambrosiana e della Fondazione San Bernardino, con l’obiettivo di contrastare il preoccupante fenomeno del sovraindebitamento.

Per farlo è stato composto un gruppo di lavoro costituito da accademici ed esperti provenienti da diverse aree e ambiti professionali, che si incontra durante tre meeting a porte chiuse per indagare il complesso fenomeno del sovraindebitamento e dell’usura e per individuare strategie di azione e strumenti di mitigazione, anche in ottica di prevenzione.

Il gruppo di lavoro, coordinato dal Centro di Ricerca in Tecnologie, Innovazione e Servizi Finanziari (CeTIF), si è riunito per la prima volta giovedì 9 maggio nella Sala Negri da Oleggio dell’ateneo, con un incontro dedicato al tema “Il fenomeno del sovraindebitamento: aspetti e criticità nelle attività di Fondazione San Bernardino”.

Tra gli stakeholder coinvolti Abi, Agenzia delle Entrate, Agos, Assolombarda, Banca d’Italia, Banco Bpm, Bnl, Corte dei Conti, Findomestic, Inps, Intesa San Paolo, Movimento Consumatori, Ordine degli Avvocati di Milano, Unicredit.

Al termine dei tre incontri sarà redatto un documento finale che raccoglierà le soluzioni individuate e le proposte di intervento.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi