Serata in occasione dell’avvio dei lavori di ristrutturazione di una residenza finalizzata all’inclusione sociale nella logica del “dopo di noi”: interverrà l’Arcivescovo, che benedirà la prima pietra. Il parroco don Silva: «Un tema molto sentito»

di Cristina CONTI

Don Claudio Silva
Don Claudio Silva. Nella minigallery i rendering del progetto

Lunedì 10 settembre, alle 20.30, presso l’Auditorium Bcc di Carugate (Milano), è in programma l’incontro-testimonianza “Disabilità e inclusione sociale: un percorso possibile”. Interverrà l’Arcivescovo, monsignor Mario Delpini, che benedirà la prima pietra del Progetto abitativo della Fondazione Oltre in via Pasubio. Parteciperanno inoltre Arnoldo Mosca Mondadori (Fondazione Cariplo), Massimo Achini (presidente del Csi Milano) che testimonierà il ruolo dello sport nell’inclusione sociale delle persone con disabilità, e Alberto Fontana (Ledha – Lega per i diritti degli Handicappati) che parlerà dei diritti dei disabili. «Sarà soprattutto un’occasione per raccontare le esperienze dal vivo di chi ogni giorno è impegnato a sostenere e promuovere il mondo della disabilità nel territorio – spiega Vittorio Tresoldi, presidente della Fondazione Oltre Onlus -. Come le associazioni Asdo e Fede e Luce, che a Carugate promuovono numerose iniziative di inclusione sociale, tramite lo sport e il sostegno delle famiglie, e la Cooperativa Sociale il Sorriso, che si occupa di assistenza, avviamento lavorativo e residenzialità».

L’incontro avviene in occasione dell’avvio della costruzione, a cura della Fondazione, di una residenza con sei appartamenti, per un totale di 15 posti, destinati a favorire esperienze di vita autonoma alle persone con disabilità. Il costo totale della ristrutturazione dell’immobile, già esistente, sarà di 800 mila euro, compresi oneri comunali e arredi. Il progetto sarà completato entro giugno/settembre 2019. «Vi saranno ospitati disabili con gradi diversi di autonomia – sottolinea Tresoldi -. Ci saranno soluzioni più stabili per chi è già autonomo, “palestre” per diventarlo (appartamenti che possono ospitare anche solo temporaneamente) e si potrà anche alloggiare in comunità con persone normodotate».

Nata recentemente nel territorio della Martesana, la Fondazione Oltre Onlus ha la finalità di sostenere le persone con disabilità nella prospettiva del “dopo di noi”, cioè quando i genitori verranno a mancare. Nel Consiglio della Fondazione sono rappresentate la Cooperativa il Sorriso, la Banca di Credito Cooperativo di Milano e alcuni soggetti privati, managers e professionisti, oltre alla parrocchia di Sant’Andrea. «Abbiamo sostenuto fin dall’inizio il progetto di ristrutturazione perché sappiamo che sul territorio la disabilità è un tema molto sentito – sottolinea don Claudio Silva, parroco di Carugate e decano di Cernusco sul Naviglio -. Nell’incontro di lunedì saranno presenti anche esponenti di associazioni che si occupano di sport e disabilità, ambito nel quale molti ragazzi che abitano qui riescono a integrarsi».

Il Comune di Carugate è sostenitore “istituzionale” del progetto, partecipando all’iniziativa con un contributo economico. Per la ristrutturazione è stato lanciato anche un programma di raccolta fondi, a cui tutti possono partecipare, secondo le proprie disponibilità, e un programma di incontri nei Comuni della Martesana per promuovere un’azione capillare di supporto al mondo della disabilità. «Quella di lunedì sera sarà una prima, significativa occasione di conoscenza e di contatto, per la popolazione del territorio, ma anche una preziosa opportunità, offerta a tutti, per coinvolgersi attivamente e affiancare gli sforzi di chi oggi lavora a sostegno delle persone con disabilità», conclude Tresoldi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi