Un percorso sulla scienza dei numeri patrocinato dal Politecnico di Milano e articolato in undici incontri

numeri

Secondo appuntamento con la grande stagione dei corsi Ambrosianeum aperti alla città: mercoledì 13 ottobre partirà infatti un percorso dedicato alla Matematica, articolato in 11 incontri e intitolato «Matematica, alfabeto dell’universo».

Patrocinato dal Politecnico di Milano, ideato e curato dai suoi docenti Claudio Citrini e Tiziana Collini, il ciclo si propone di esplorare da molteplici angolature il più universale dei linguaggi umani, quello che permette di spiegare quasi tutto il mondo conosciuto.

Dal primo appuntamento, intitolato «La matematica come chiave di lettura del mondo», il corso si svolgerà come un viaggio capace di spaziare dalla natura all’arte, dalla geometria all’arcobaleno al pi greco e a molto altro, per approdare infine alla «Bellezza della matematica»: un titolo che chiude il cerchio, riassumendo ad un tempo lo spunto d’indagine che è alla base del percorso.

Salvo diverse disposizioni, gli appuntamenti – sempre previsti il mercoledì alle 18.30 – si svolgeranno in presenza nella sede della Fondazione Ambrosianeum (via delle Ore 3, Milano), e nel rispetto della normativa sanitaria vigente (è richiesto il green pass).

La partecipazione è gratuita
Iscrizioni all’indirizzo: info@ambrosianeum.org

Il programma

13 ottobre: «Matematica come chiave di lettura del mondo» (Claudio Citrini=
27 ottobre: «La natura che ottimizza» (Alfio Quarteroni)
10 novembre: «L’arcobaleno» (Cristian Gambarotti)
1 dicembre: «In viaggio con pi greco» (Egidio Battistini)
26 gennaio: «La musica tra arte e scienza» (Marco Boella)
2 febbraio: «Geometria nei sistemi naturali controllati dalla chimica» (Attilio Citterio)
9 marzo: «La matematica nella storia dell’arte» (Sissa Caccia Dominioni)
16 febbraio: «La matematica si scopre o si inventa?» (Marianna Antonutti Marfori)
23 marzo: «L’infinito e i suoi paradossi» (Tiziana Collini)
20 aprile: «Da Gulliver a Googol e oltre. Viaggio agli estremi dimensionali» (Maurizio Zani)
4 maggio: «La bellezza della matematica» (Claudio Citrini)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi