L'emittente dicoesana e dei Paolini da tre anni trasmette ogni sabato pomeriggio un programma in spagnolo�"per fare intercultura"

di Francesca LOZITO
Redazione

Un tuffo nell’America latina, un’occasione per conoscere notizie e informazioni dai Paesi che formano un vero e proprio arcipelago di culture. Da tre anni su Radio Marconi il sabato pomeriggio dalle 18 alle 20 va in onda Babel latino (www.babelatino.it). La conduttrice Patricia Sosa, spiega che «si tratta di una vera e propria sfida: questo è per noi un modo per fare intercultura».
Già, perché una delle caratteristiche principali di Babel è proprio quella di dare notizie sia in italiano sia in spagnolo, di conoscere e incontrare le realtà di qui e di incrociarle con le realtà di lì. Sembra un gioco di parole, ma non è proprio così: «Nella struttura del programma sono previsti collegamenti ogni settimana con un Paese diverso per l’aggiornamento politico, ma soprattutto sociale. Ma c’è anche uno spazio dedicato al turismo, che, invece, è in italiano. Perché naturalmente serve agli italiani per avere spunti per decidere magari di passare le vacanze in America latina».
Insomma, un’iniziativa di comunicazione davvero per mescolarsi, perché come sottolinea Patricia «ci sono troppi giornali o trasmissioni che parlano di migrazione, ma è un parlarsi addosso e sempre e solo in italiano. Noi crediamo in questa forma nuova, invece, che siamo riusciti a sperimentare anche grazie alla disponibilità di Radio Marconi, radio attenta al sociale che ha creduto fin dall’inizio al progetto di Babel latino».
Il 31 luglio andrà in onda la puntata 116, l’ultima di questa stagione. Poi, si riprenderà a settembre con la formula confermata. Cinque le persone che realizzano questo programma che ha spazi dedicati ai giovani, e alle donne e che durante i tre anni si è avvalsa di diverse collaborazioni e partnership. Da segnalare anche lo sportello legale, molto utile per acquisire la consapevolezza da parte degli stranieri di quelli che sono i diritti dei cittadini. Un tuffo nell’America latina, un’occasione per conoscere notizie e informazioni dai Paesi che formano un vero e proprio arcipelago di culture. Da tre anni su Radio Marconi il sabato pomeriggio dalle 18 alle 20 va in onda Babel latino (www.babelatino.it). La conduttrice Patricia Sosa, spiega che «si tratta di una vera e propria sfida: questo è per noi un modo per fare intercultura».Già, perché una delle caratteristiche principali di Babel è proprio quella di dare notizie sia in italiano sia in spagnolo, di conoscere e incontrare le realtà di qui e di incrociarle con le realtà di lì. Sembra un gioco di parole, ma non è proprio così: «Nella struttura del programma sono previsti collegamenti ogni settimana con un Paese diverso per l’aggiornamento politico, ma soprattutto sociale. Ma c’è anche uno spazio dedicato al turismo, che, invece, è in italiano. Perché naturalmente serve agli italiani per avere spunti per decidere magari di passare le vacanze in America latina».Insomma, un’iniziativa di comunicazione davvero per mescolarsi, perché come sottolinea Patricia «ci sono troppi giornali o trasmissioni che parlano di migrazione, ma è un parlarsi addosso e sempre e solo in italiano. Noi crediamo in questa forma nuova, invece, che siamo riusciti a sperimentare anche grazie alla disponibilità di Radio Marconi, radio attenta al sociale che ha creduto fin dall’inizio al progetto di Babel latino».Il 31 luglio andrà in onda la puntata 116, l’ultima di questa stagione. Poi, si riprenderà a settembre con la formula confermata. Cinque le persone che realizzano questo programma che ha spazi dedicati ai giovani, e alle donne e che durante i tre anni si è avvalsa di diverse collaborazioni e partnership. Da segnalare anche lo sportello legale, molto utile per acquisire la consapevolezza da parte degli stranieri di quelli che sono i diritti dei cittadini.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi