Il gesuita succede a padre Pasquale Borgomeo. In passato ha fatto parte del comitato di redazione di "Aggiornamenti Sociali" e ha prestato�servizio di volontariato�a San Vittore


Redazione

Il Consiglio permanente della Cei, riunito a Roma dal 25 al 27 gennaio, ha nominato padre Francesco Occhetta consulente ecclesiastico dell’Unione Cattolica Stampa Italiana (Ucsi).
Nato a Novara nel 1970, giornalista, è Padre Gesuita dal 1996. È stato consigliere comunale di Romentino dal 1990 al 1995. Laureato in Giurisprudenza (indirizzo pubblico) all’Università degli Studi di Milano con una tesi in diritto canonico su Le Costituzioni della Compagnia di Gesù e la revisione del loro diritto interno, ha studiato teologia alla Pontificia Università Gregoriana, svolgendo volontariato al Centro Astalli e all’ospedale “Bambino Gesù” di Roma. All’Istituto filosofico Aloisianum (affiliato alla Pontificia Università Gregoriana), ha conseguito il baccalaureato in filosofia con una tesi intitolata Dal contrattualismo di Rousseau al neocontrattualismo di Rawls. Specializzato in Diritti Umani con una tesi sulle nuove immigrazioni (pubblicata presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova), fino al 2002 ha fatto parte del comitato di redazione della rivista Aggiornamenti Sociali, prestando servizio di volontariato nel carcere di San Vittore.
Specializzato in Teologia Morale all’Università Comillas di Madrid, è attualmente membro del Collegio degli scrittori della rivista La Civiltà Cattolica: si occupa di questioni sociali e di diritto. Ha scritto numerosi saggi: ricordiamo San Giovanni Nepomuceno il custode dei segreti, Matteo Ricci. Il gesuita amato dalla Cina, Giuseppe Moscati, Esempio di santità laica, Francesco Saverio. Il gesuita patrono delle missioni, Ignazio di Loyola, Il pellegrino fondatore della Compagnia di Gesù (editi da Velar – Elledici).
Padre Occhetta succede a padre Pasquale Borgomeo, per 12 anni consulente ecclesiastico dell’Ucsi, scomparso dopo lunga una malattia. Il Consiglio permanente della Cei, riunito a Roma dal 25 al 27 gennaio, ha nominato padre Francesco Occhetta consulente ecclesiastico dell’Unione Cattolica Stampa Italiana (Ucsi).Nato a Novara nel 1970, giornalista, è Padre Gesuita dal 1996. È stato consigliere comunale di Romentino dal 1990 al 1995. Laureato in Giurisprudenza (indirizzo pubblico) all’Università degli Studi di Milano con una tesi in diritto canonico su Le Costituzioni della Compagnia di Gesù e la revisione del loro diritto interno, ha studiato teologia alla Pontificia Università Gregoriana, svolgendo volontariato al Centro Astalli e all’ospedale “Bambino Gesù” di Roma. All’Istituto filosofico Aloisianum (affiliato alla Pontificia Università Gregoriana), ha conseguito il baccalaureato in filosofia con una tesi intitolata Dal contrattualismo di Rousseau al neocontrattualismo di Rawls. Specializzato in Diritti Umani con una tesi sulle nuove immigrazioni (pubblicata presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Padova), fino al 2002 ha fatto parte del comitato di redazione della rivista Aggiornamenti Sociali, prestando servizio di volontariato nel carcere di San Vittore.Specializzato in Teologia Morale all’Università Comillas di Madrid, è attualmente membro del Collegio degli scrittori della rivista La Civiltà Cattolica: si occupa di questioni sociali e di diritto. Ha scritto numerosi saggi: ricordiamo San Giovanni Nepomuceno il custode dei segreti, Matteo Ricci. Il gesuita amato dalla Cina, Giuseppe Moscati, Esempio di santità laica, Francesco Saverio. Il gesuita patrono delle missioni, Ignazio di Loyola, Il pellegrino fondatore della Compagnia di Gesù (editi da Velar – Elledici).Padre Occhetta succede a padre Pasquale Borgomeo, per 12 anni consulente ecclesiastico dell’Ucsi, scomparso dopo lunga una malattia.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi