Un incontro per chi in parrocchia si occupa di comunicazione, per realizzare e diffondere strumenti che conducano dentro le case la vita della diocesi e il magistero dell'Arcivescovo. L'appuntamento è a Milano presso la Casa Card. Schuster (via S. Antonio 5, ore 9.30) ed è proposto dall'Ufficio Comunicazioni sociali della diocesi per preparare la Giornata diocesana di «Avvenire».


Redazione

07/11/2008

L’incontro sarà anche l’occasione per rilanciare «Milano Sette», l’inserto realizzato dall ’Ufficio Comunicazioni sociali della diocesi mediante Itl e diffuso in tutta la Lombardia come secondo dorso di «Avvenire». Al convegno del 15 novembre sarà presente, tra gli altri, il direttore di «Avvenire» Dino Boffo e, al termine dei lavori, porterà il suo saluto l’Arcivescovo, cardinale Dionigi Tettamanzi.

L’incontro, aperto a tutti, si pone a conclusione del corso «Realizzare il giornale della comunità», che è il secondo modulo, prettamente pratico, del percorso per operatori pastorali della comunicazione «Ieri bollettino parrocchiale, domani giornale della comunità», organizzato dall’Ufficio Comunicazioni sociali della diocesi in collaborazione con il Centro ambrosiano studi e documentazione e il mensile diocesano «Il Segno».

Nella primavera scorsa si era svolto il primo modulo, di carattere teorico e articolato in quattro mattinate, sul tema «Il progetto: pensare il giornale della comunità»: giornale inteso come autentica espressione della parrocchia e della sua azione evangelizzatrice.

La partecipazione – oltre 100 iscritti – ne testimonia l’ottimo andamento. Altrettanti gli iscritti al secondo modulo in programma nell’arco di quattro sabati, dal 18 ottobre al 15 novembre, presso la Casa Cardinal Schuster di Milano, con una prima parte «frontale» con una relazione e la seconda di laboratorio pratico con giornalisti di «Avvenire», Itl, «Il Cittadino di Monza e Brianza», e grafici. Tra i relatori, Nino Ciravegna, segretario di redazione de «Il Sole 24 Ore», Luigi Losa, direttore de «Il Cittadino di Monza e Brianza», Piero Colaprico, giornalista di «Repubblica» e scrittore.

Nel corso degli ultimi anni l’Ufficio diocesano per le Comunicazioni sociali ha organizzato e proposto molteplici iniziative di formazione rivolte, in particolare, a coloro che in parrocchia partecipano alla realizzazione del giornale o bollettino parrocchiale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi