Parte il 18 novembre alla Triennale di Milano la seconda edizione della rassegna internazionale sulla qualità nella televisione per minori promossa dal Corecom Lombardia


Redazione

13/11/2008

Una settimana di riflessione sulla tivù per i più giovani. È questo, in sintesi, l’intento di Ragazzi che Tivù! 2008, seconda edizione della rassegna internazionale sulla qualità nella televisione per ragazzi promossa dal Corecom Lombardia (l’organo di governo, garanzia e controllo sul sistema delle comunicazioni in Lombardia) e organizzata da 3d produzioni.

La manifestazione, che si svolgerà alla Triennale di Milano dal 18 al 23 novembre, pur mantenendo come tema di fondo la qualità nella produzione televisiva rivolta ai minori, quest’anno focalizzerà la sua attenzione sulle realtà locali quali fonte d’ispirazione per programmi che siano fortemente ancorati al territorio.

Tra gli eventi in programma, infatti, ci sarà un Forum internazionale dal titolo “La Tv dei ragazzi: globale e locale, sfide e opportunità” : in una serie di conferenze interverranno esperti di case di produzione e reti televisive regionali, nazionali e internazionali, per esplorare le sfide che spesso propone la dicotomia globale/locale. Di sapore internazionale anche le sei rassegne video, che raccolgono le migliori produzioni per ragazzi provenienti da tutta Europa.

Saranno inoltre presentate tre ricerche dedicate ai programmi per i più giovani, ai cartoni animati, al web: “Proteggere non basta” , sui principi e i criteri che regolano la programmazione dedicata ai minori e “Eu Kids Ondine”, sul rapporto fra ragazzi, tv e nuove tecnologie, entrambe promosse dall’Osservatorio Comunicazione dell’Università Cattolica, e “Valori di Cartone” , sui modelli valoriali nei cartoni animati realizzato dall’Osservatorio di Pavia per Mediaset.

I ragazzi saranno invitati anche a partecipare attivamente attraverso i cinque laboratori curati da Rai Tre, Rai Gulp, Nickelodeon, Bonsai Tv e Ultrafragola Channels, nei quali impareranno a fare la tivù con gli autori e i conduttori delle reti coinvolte. Gli studenti delle scuole medie avranno la possibilità di realizzare un telegiornale per ragazzi, un programma televisivo o una piccola sit-com, una web tv oppure di vedere i propri disegni diventare cartoni animati.

In questo ultimo caso il laboratorio sarà strutturato in due momenti: in una prima fase gli autori di Hiro, il primo cartone animato italiano prodotto da Nickelodeon International (canale 604 di Sky), mostreranno ai ragazzi come nasce un cartone animato, dall’idea alla realizzazione; in una seconda fase i ragazzi saranno invitati a disegnare alcune tavole di un cartone animato che in poco tempo verrà montato e visualizzato sugli schermi di Ragazzi che Tivù!

Si potrà inoltre vedere una proiezione della selezione dei cartoni animati, italiani e stranieri, vincitori in diverse categorie delle edizioni 2007 e 2008 di “Cartoons on the Bay”, il Festival internazionale dell’animazione televisiva nato nel 1996 su iniziativa della Rai Radiotelevisione Italiana. Infine con l’iniziativa Teletua verrà dato spazio ai nuovi autori e ai nuovi format: il concorso premierà la migliore idea per un programma televisivo dedicato ai ragazzi e il format vincitore verrà successivamente prodotto e messo in onda in televisione e sul web.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi