Serata di formazione sul tema “Famiglia, educazione, televisione”. Iscrizioni presso l'Ufficio Comunicazioni Sociali

di Marta ZANELLA

Famiglia alla tv

Quante volte l’abbiamo definita “Mamma Tv”. E di sicuro da oltre cinquant’anni gioca un ruolo importante nella vita delle famiglie italiane, contribuendo o interferendo nell’educazione dei ragazzi. Il rapporto tra famiglia, educazione e televisione verrà affrontato proprio in un incontro di formazione organizzato dagli Uffici comunicazioni sociali delle Diocesi della Lombardia, mercoledì 9 novembre, alle 20.45, a Milano presso la sede Rai di corso Sempione 47.

La serata è stata pensata per gli animatori della cultura e della comunicazione delle parrocchie di tutte le diocesi lombarde, per gli incaricati della Buona Stampa, gli insegnanti di religione, gli educatori degli oratori e per chi è impegnato nei percorsi di pastorale familiare. «Si tratta – spiegano gli organizzatori – di un’occasione importante di formazione, riflessione e dibattito sull’impatto che ha la televisione nell’educazione dei più giovani e che riguarda, perciò, sia i genitori e le famiglie, sia gli animatori e gli educatori nelle parrocchie. Ancora più preziosa se consideriamo che stiamo vivendo la preparazione al grande Incontro mondiale delle famiglie, che ospiteremo a Milano nel 2012, e che siamo da poco entrati nel decennio 2010-2020 che la Cei ha dedicato al tema dell’educazione».

All’incontro interverranno Pier Cesare Rivoltella, docente di Tecnologie dell’istruzione e dell’apprendimento all’Università Cattolica di Milano e direttore del Centro di Ricerca per l’Educazione ai Media, all’Informazione e alla Tecnologia; Alessandro Zaccuri, giornalista di Avvenire, docente di Teoria e tecniche dell’informazione culturale alla Cattolica di Milano oltre che genitore; monsignor Domenico Pompili, direttore dell’Ufficio nazionale Comunicazioni Sociali della Cei. A condurre e moderare il dibattito sarà invece il volto di molti programmi Rai, Lorena Bianchetti.

La Rai è dunque protagonista della serata. Anche per la location del convegno, la prestigiosa sede storica di corso Sempione 27. «La scelta del luogo è fortemente simbolica – continuano dall’Ufficio regionale delle Comunicazioni sociali -, perché proprio da qui presero il via le prime trasmissioni ufficiali della televisione nazionale nel 1954, e perché la Rai ha avuto un impatto non dimenticabile sulla cultura e sulla società italiana dell’ultimo mezzo secolo».

Il convegno è il momento apice e conclusivo di una visita pastorale che monsignor Domenico Pompili svolgerà da martedì 8 a giovedì 10 novembre incontrando sul territorio della regione tutti gli incaricati delle Comunicazioni sociali nelle dieci Diocesi lombarde. La partecipazione alla serata è gratuita e a numero chiuso: è pertanto necessario iscriversi inviando una e-mail a comunicazione@diocesi.milano.it. La conferenza può diventare modello per l’organizzazione nelle parrocchie di momenti di preparazione all’Incontro mondiale delle famiglie del 2012.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi