Si apre l’Anno speciale voluto da papa Francesco e caratterizzato da queste tre parole. Una ricchezza particolare che la Chiesa ambrosiana è chiamata a valorizzare

di monsignor Paolo MARTINELLI
Vicario episcopale per i religiosi

Vita consacrata

Dal 30 novembre 2014 al 2 febbraio 2016 si celebra l’Anno della vita consacrata voluto da papa Francesco e coordinato dalla Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica.

Il tema caratterizzante questo tempo è espresso dal titolo scelto: La vita consacrata nella Chiesa oggi. Vangelo Profezia Speranza. Appare subito evidente il desiderio fondamentale di fare emergere l’identità teologica della vita consacrata in riferimento al suo posto nella vita e nella missione della Chiesa. È interessante che la relazione tra vita consacrata e Chiesa avvenga in forza di tre parole che riguardano in realtà ogni battezzato.

Il Vangelo indica indubbiamente la norma fondamentale della vita consacrata (Perfectae Caritatis 2a) ed è al cuore della vita di ogni fedele, chiamato ad annunciare la Gioia del Vangelo, come ricorda papa Francesco.

La vita consacrata appare anche come «una speciale forma di partecipazione alla funzione profetica di Cristo, comunicata dallo Spirito a tutto il Popolo di Dio» (Vita Consecrata 84).

La Speranza richiama alla dimensione escatologica della vita cristiana e che la vita consacrata ha il compito di indicare e, in qualche modo, di anticipare mediante la pratica dei consigli evangelici di castità, povertà e obbedienza.

La Chiesa ambrosiana possiede sul suo territorio una presenza molto ricca e articolata di vita consacrata, che lungo i secoli fino a oggi si è mostrata feconda di culto e di cultura, di opere pastorali e di carità. In questo provvidenziale Anno sarà importante incrementare il senso ecclesiale della vita secondo i consigli evangelici e approfondire la ricchezza che questa vocazione rappresenta per la nostra Chiesa particolare, al fine di poter efficacemente percorrere le vie incontro all’umano per annunciare a tutti il Vangelo di Cristo.

 

Iniziative previste

Molte iniziative sono state programmate direttamente dalla Santa Sede, dalla Cei e dagli organismi di rappresentanza della vita consacrata (Cism, Usmi, Ciis) a livello nazionale, regionale e diocesano. La Diocesi, tra le iniziative proposte per l’Anno della vita consacrata, intende:

promuovere con particolare solennità la celebrazione della Giornata per la vita consacrata in diocesi (2 febbraio 2015 e 2016);
dedicare una seduta del Consiglio presbiterale e del Consiglio Pastorale Diocesano al tema della vita consacrata nella Chiesa ambrosiana;
promuovere un tavolo di confronto tra gli organismi rappresentativi della vita consacrata e la diocesi di Milano;
utilizzare gli spazi di Milano 7 lungo l’Anno della vita consacrata per narrare le diverse forme di vita consacrata presenti in Diocesi;
proporre momenti formativi condivisi per la vita consacrata in diocesi;
porre significativa attenzione nella pastorale vocazionale diocesana alla vita consacrata, in particolare femminile;
valorizzare i monasteri presenti in Diocesi per favorire maggiormente esperienze di silenzio e di preghiera;
organizzare per l’autunno 2015 un convegno su Vita Consacrata e Chiesa particolare;
celebrare con peculiare cura la Giornata mondiale per le vocazioni del 24 aprile 2015, promuovendo incontri di animazione nelle zone e nei decanati sulla vita consacrata;
promuovere nelle zone e nei decanati momenti di celebrazione e di incontro sul valore della vita consacrata nella Chiesa locale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi