Iniziativa realizzata dal Collegio Rotondi in collaborazione con la Custodia di Terra Santa con collegamenti in diretta social dalla Città Santa, pensata per gli studenti ora in dad

Santo Sepolcro
Il Santo Sepolcro a Gerusalemme

Il Collegio Rotondi ha organizzato un “pellegrinaggio virtuale” a Gerusalemme, con il duplice intento di far scoprire la Città Santa e di donare agli studenti della scuola e ai loro genitori la possibilità di tornare a viaggiare con il desiderio del cuore.

L’occasione del pellegrinaggio virtuale nasce dall’esigenza di donare ai ragazzi la possibilità di guardare oltre i confini della nostra conoscenza, della nostra cultura e anche della nostra religione. In un periodo in cui non possiamo viaggiare, il Collegio vuole aiutare gli studenti e le famiglie a non perdere il desiderio dell’incontro con l’altro. Gli studenti, non solo liceali, sono abituati a vivere con la scuola viaggi interculturali, e in un momento come questo occorre non spegnere il desiderio della conoscenza e dell’incontro.

Gli studenti e quanti si collegheranno attraverso i canali social del Rotondi avranno la possibilità di incontrare fedeli che vivono nella Terra Santa e ascolteranno dalle loro testimonianze come stanno affrontando questo momento di difficoltà. L’incontro con culture, religioni e costumi è l’arricchimento prezioso e imprescindibile che la scuola deve fornire agli alunni per educarli a un futuro interculturale e interreligioso. Il Covid ha cambiato la vita in tutto il mondo, e ha mutato anche alcune tradizioni della religione: attraverso l’ascolto e il confronto si cercherà di comprendere come i Cristiani di Terra Santa si preparano a vivere questa seconda Pasqua segnata dalla Pandemia

Questo pellegrinaggio, nato dal desiderio del Rettore don Andrea Cattaneo e realizzato grazie alla collaborazione preziosa della Custodia di Terra Santa, è stato curato nei dettagli da Adriana Sigilli che si trova a Gerusalemme per coordinare il progetto. Grazie a questa collaborazione e questa sinergia si intende offrire una bella occasione di incontro e di dialogo a quanti desiderano conoscere e scoprire da vicino Gerusalemme.

Il “pellegrinaggio virtuale” si terrà dal 21 al 27 marzo e sarà ufficialmente aperto da un momento di dialogo con il Patriarca latino di Gerusalemme monsignor Pierbattista Pizzaballa, lunedì 22 marzo alle 9. Il dialogo con il Patriarca, introdotto dal Rettore sul tema “Quale volto di Chiesa in cammino da Gerusalemme dopo il Covid”, lascerà grande spazio al confronto con gli studenti e introdurrà alle attività spirituali e culturali della settimana.

Tra gli appuntamenti si segnalano, mercoledì 24 alle 10, l’incontro dal titolo «Come il dialogo sostiene la convivenza», tra gli studenti del Rotondi e gli studenti della Terra Sancta School di Gerusalemme, moderato da Adriana Sigilli e da padre Ibrahim Faltas, direttore della scuola frequentata da studenti cristiani e musulmani.

Durante la settimana ci saranno momenti di pellegrinaggio virtuale che gli studenti percorreranno grazie a video appositamente preparati per aiutarli a scoprire la spiritualità e l’aspetto culturale della Città di Gerusalemme. Nella settimana è previsto anche un momento di cultura culinaria, in luogo del pranzo etnico che gli studenti avrebbero consumato a scuola se fossero stati in presenza.

Il pellegrinaggio sarà concluso con la tradizionale celebrazione eucaristica delle Palme nel cortile d’onore del Rotondi.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi