Il Papa ha autorizzato la promulgazione del decreto che riconosce le virtù eroiche del fondatore della Congregazione delle Suore di Maria Santissima Consolatrice. La gioia della Superiora generale suor Maria Silvianita Galimberti

Anselmo da Trigolo

Papa Francesco ha ricevuto ieri in udienza privata il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Nel corso dell’udienza il Santo Padre ha autorizzato la Congregazione a promulgare alcuni decreti, tra i quali quello riguardante il riconoscimento delle virtù eroiche del servo di Dio Arsenio da Trigolo (al secolo: Giuseppe Migliavacca), sacerdote dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, fondatore della Congregazione delle Suore di Maria Santissima Consolatrice, nato il 13 giugno 1849 e morto il 10 dicembre 1909.

«Lo abbiamo aspettato tantissimo. Il Signore ci ha concesso la grazia di vedere il nostro padre fondatore riconosciuto Venerabile. Un uomo che ha vissuto sempre in grande umiltà, semplicità e carità. Quello che ci ha lasciato è il carisma della misericordia»: così suor Maria Silvianita Galimberti, Superiora generale delle Suore di Maria Santissima Consolatrice, ha commentato l’autorizzazione del Pontefice a promulgare il decreto.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi