L’ha comunicato il cardinale Scola nel corso dell’odierna Festa dei Fiori. Precisate anche le destinazioni delle sedi di corso Venezia e di Seveso

Seminario Venegono

Durante la Festa dei Fiori al Seminario di Venegono Inferiore, a cui stamane ha partecipato per la prima volta, il cardinale Angelo Scola ha comunicato alcune decisioni prese in merito alle sedi del Seminario diocesano, al termine di un «lungo percorso di confronto, di riflessione e di valutazione» effettuato dal Consiglio Episcopale Milanese, dopo riunioni e relazioni presentate dal Rettorato e dall’Economato del Seminario e i lavori condotti da una Commissione ad hoc.

La sede di Venegono Inferiore sarà «la sede unica della Comunità del Seminario di Milano», in quanto «risponde alle esigenze formative… perché meglio consente di coniugare l’unità della direzione del Seminario con la sua articolazione nelle due diverse comunità che lo costituiscono (Propedeutico e Biennio da una parte, Quadriennio dall’altra)». Inoltre «permette di continuare e incrementare le iniziative di pastorale vocazionale promosse insieme con la pastorale giovanile». Il trasferimento della sede della Comunità propedeutica e del primo Biennio di teologia da Seveso a Venegono comporterà «la necessaria opera di recupero della porzione di immobile dove era situata la Comunità del Liceo».

Il Seminario manterrà la proprietà delle sedi di corso Venezia e di Seveso, «condividendo con tutta la Diocesi la responsabilità per il recupero funzionale dell’immobile di corso Venezia e per una gestione che non pesi sul bilancio del Seminario».

La sede di Seveso è destinata «a essere il luogo deputato per le attività pastorali della Diocesi: i consigli diocesani, gli incontri dei decani, le iniziative per la formazione dei laici, la formazione dei diaconi permanenti, le proposte di accompagnamento personale, le attività della équipe di consulenza psicologica». A Seveso faranno riferimento «anche le iniziative della Formazione Permanente del Clero, fino a che non sia disponibile la sede di corso Venezia». Si studieranno inoltre «modalità per una opportuna messa a reddito di quella parte dell’immobile che non verrà utilizzata per iniziative pastorali». Si avrà «particolare cura di studiare le strade realisticamente percorribili per garantire la continuità di occupazione ai lavoratori, dipendenti del Seminario».

La sede di corso Venezia «è destinata a essere la sede della Formazione Integrale Permanente del Clero per tutte le età dei presbiteri». Anche per questa sede «si metterà a reddito, in vista della gestione corrente, nelle modalità più rispettose della funzione del prestigioso immobile, la parte non utilizzata per le finalità istituzionali».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi