È quella consegnata dal cardinale Scola a un giovane unitalsiano l’11 febbraio durante la celebrazione della Giornata Mondiale del Malato

reliquia Paolo VI Unitalsi

Grazie all’interessamento di Marco Redaelli, presidente della Sottosezione di Lecco dell’Unitalsi, venerdì 8 maggio sarà accolta nella chiesa degli Istituti Airoldi e Muzzi la reliquia del beato Paolo VI, consegnata dal cardinale Scola a un rappresentante dei giovani unitalsiani lo scorso 11 febbraio durante la celebrazione della Giornata Mondiale del Malato.

La reliquia, un piccolo lembo di veste talare indossata da PaoloVI, ha poi iniziato una Peregrinatio che coinvolge anche alcune case di riposo della regione e che si concluderà a Lourdes con il tradizionale pellegrinaggio Unitalsi di agosto. In quella occasione sarà consegnata al vescovo Nicolas Brouvet come dono del nostro Arcivescovo a ricordo del pellegrinaggio della Diocesi di Milano, guidato dal beato Montini nel 1958.

La reliquia potrà essere venerata nella Chiesa degli Istituti durante la santa Messa che sarà celebrata venerdì 8 maggio alle 15.

A questa iniziativa, promossa dai volontari Unitalsi in collaborazione con il servizio educativo degli Istituti, faranno seguito tre incontri programmati nelle residenze degli Istituti per valorizzare e condividere l’esperienza di un ospite, Ambrogio Sala, che ha partecipato nei mesi scorsi a un pellegrinaggio dell’Unitalsi a Lourdes.

Gli incontri “In pellegrinaggio con Ambrogio” fissati per il 12 maggio in Sala Animazione alle 15, il 14 maggio alla Residenza Pettini e Pazzini alle 10 e il 19 maggio alla Residenza Medale alle 15, saranno l’occasione per il signor Sala e il responsabile Unitalsi di raccontare, anche attraverso immagini e video, l’esperienza del pellegrinaggio, favorendo e stimolando le riflessioni da parte degli altri ospiti.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi