Attivi tre strumenti specifici: un mensile, un settimanale e una radio. E il Cinema Pellico è luogo di incontro e dialogo con la città

di Cristina CONTI

Cinema Pellico_Saronno

Comunicare la fede e dare testimonianza: aspetti fondamentali della vita pastorale di ogni comunità cristiana, che a Saronno si concretizzano con alcuni strumenti specifici: un mensile, un settimanale e una radio. «Accanto all’azione pastorale classica la carità oggi ha un ruolo molto importante verso i lontani. È un dialogo culturale con l’esterno, anche con i non credenti o con chi professa altre religioni», spiega monsignor Armando Cattaneo, responsabile della Comunità pastorale “Crocifisso risorto”.

Così le notizie delle parrocchie si diffondono in città attraverso il mensile «Orizzonti», pubblicato ormai da molti anni: è legato prevalentemente alla parrocchia centrale, ma si sta considerando l’opportunità di far partecipare attivamente anche le altre. C’è poi l’Informatore settimanale della comunità, che in due pagine interne riporta le notizie delle singole realtà parrocchiali. E infine «Radio Orizzonti», del Circuito InBlu. Qui i parrocchiani che hanno tempo libero mettono a disposizione qualche ora per realizzare trasmissioni: grazie a due sale di registrazione e a un’ottima struttura tecnica, l’emittente raggiunge circa 20 Comuni, per un’utenza di circa 200-250 mila abitanti. «Sono coinvolti circa 70 volontari. È una realtà a misura di città che si rivolge anche al territorio circostante, perché parla dei problemi di ogni giorno e della gente che abita qui», precisa monsignor Cattaneo.

Strumenti di comunicazione importanti, che raccontano la vita del territorio e che rendono presenti al pubblico, oltre agli appuntamenti ecclesiali delle parrocchie, anche le numerose iniziative delle tante associazioni di volontariato della città, che sono in tutto 180 e portano avanti centinaia di progetti, le attività istituzionali del Comune e gli appuntamenti culturali, musicali e ricreativi a cui possono partecipare i cittadini.

Ma non è tutto. Tra le tante attività di comunicazione e di cultura cittadina promosse dalle parrocchie, ha un grande rilievo anche il cinema. «Quest’anno festeggia il suo centenario il Cinema Silvio Pellico, fondato alla fine nel 1912», sottolinea monsignor Cattaneo. «È una realtà laica, ma di ispirazione cristiana, da sempre impegnata con attività di cineforum: ormai conta ben mille abbonati, che si ritrovano abitualmente il lunedì, il martedì e il giovedì sera per vedere i film e discuterne insieme». Un punto di incontro per tutta la città, per credenti e non. Ciascuno con le sue idee, il suo modo di vedere il mondo. E dunque luogo di dialogo sereno e aperto.

«Mi piace dire che Saronno è una città “sanamente” laica, dove chi frequenta regolarmente la parrocchia è spesso impegnato anche nella realtà civile», conclude monsignor Cattaneo. «Tutto questo documenta la forte apertura della chiesa di Saronno al “campo che è il mondo”. Noi cristiani non ci sentiamo rintanati in un fortino a difesa dei nostri spazi; al contrario ci piace sentirci vicini al cammino quotidiano della gente che vive in città».

Ulteriore segno di questo stile sono i 6 oratori e il Centro giovanile “Mons. Ronchi”, che con le sue attività accoglie circa 800 ragazzi e giovani: un luogo ispirato cristianamente, ma aperto a tutti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi