Nella Valle dei Monaci, sul tema «Attingerete con gioia l'acqua dalle fonti della salvezza (Isaia 12,3)», l’ecumenismo milanese si mette in cammino con una particolare attenzione all’acqua

Camminata ecumenica valle dei Monaci

Il periodo che si estende dal 1° settembre, Giornata per la custodia del creato nel calendario delle chiese ortodosse e cattolica, al 4 ottobre, memoria di San Francesco, cantore della bellezza e bontà delle creature e del Creatore, è per tutte le chiese cristiane il Tempo del Creato, un mese – non a caso collocato alla ripresa delle attività lavorative – in cui lodare il Signore per la sua creazione e insieme impegnarci a difenderla dall’avidità e dall’egoismo di una delle creature, l’essere umano, posto dal Creatore a custodire e coltivare la sua creazione, ma capace di distruggerla.

In questo contesto si colloca la Camminata ecumenica di domenica 30 settembre, organizzata dal Sae (Segretariato Attività Ecumeniche) insieme al gruppo Gallo Verde della Chiesa valdese e all’Associazione Nocetum Onlus, con il sostegno del Cccm (Consiglio delle Chiese Cristiane di Milano) e della sua commissione JPIC (Giustizia, Pace, Salvaguardia del creato).

Centro Nocetum, luogo di spiritualità, accoglienza e condivisione alle porte del Parco Agricolo Sud Milano, in zona Corvetto, da qualche mese ospita la seconda Chiesa ortodossa romena di Milano; per questa felice circostanza ecumenica, oltre che per far conoscere e promuovere un territorio forse non familiare a tutte/i le/i milanesi, la Camminata – della lunghezza totale di circa 1,5 km – si svolgerà nella Valle dei Monaci.

Il ritrovo sarà alle 15 presso l’Abbazia di Chiaravalle, splendido testimone della millenaria dedizione cistercense per un’antropizzazione rispettosa della natura. Dopo un momento di preghiera ci si sposterà, attraverso la marcita e il frutteto antico nel Parco della Vettabbia, alla seconda tappa di preghiera, Cascina S. Bernardo, in cui è in via di sviluppo un progetto di formazione su agricoltura e innovazione. La Camminata proseguirà, passando lungo le vasche di fitodepurazione, fino al laghetto del depuratore di Nosedo, il maggiore degli impianti di depurazione di Milano e uno dei più grandi a livello nazionale: qui si terrà la terza tappa di preghiera; infine si raggiungerà la sede di Nocetum, Cascina Corte S. Giacomo, con la sua struttura di accoglienza per donne con bimbe/i in difficoltà, la city farm, i progetti di valorizzazione territoriale e la stupenda chiesetta paleocristiana: sarà la sede, verso le 18, dell’ultimo momento di preghiera, seguito da una visita al complesso di Nocetum e da una merenda, a offerta libera, a cura de La Cucina di Nocetum, servizio di ristorazione con inserimento lavorativo di persone fragili.

Si raccoglieranno fondi per il progetto Recup, Associazione che opera per la promozione della cultura della solidarietà, della lotta allo spreco, del riciclo e del riuso, e per la tutela dell’ambiente nel rispetto delle risorse. L’iniziativa rientra nel palinsesto di Cascine Aperte 2018, a cura di Associazione Cascine Milano, e nell’ambito di Milano Green Week: www.associazionecascinemilano.org.   

Si raccomandano scarpe comode per camminare e un abbigliamento adatto a ripararsi dal sole. In caso di maltempo il percorso si ridurrà a due tappe: Abbazia di Chiaravalle e Nocetum.
Info e iscrizioni (gratuite): tel. 333.7423235, sae.gruppomilano@gmail.com

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi