Predisposti più di 273 luoghi: 133 sedi in lingua portoghese, 50 in spagnolo, 25 in inglese, 15 in francese e italiano, 8 in tedesco e 5 in polacco

Agenzia Sir

messa

Chiese, saloni, palestre, campi di gioco, auditorium. Saranno queste le sedi delle Catechesi della Gmg di Rio 2013. Sono 273 luoghi distribuiti in 10 zone della città, presso le diocesi vicine. Tuttavia il numero potrebbe arrivare a 300 se il numero dei pellegrini dovesse salire ancora, secondo quanto riferito da padre Leandro Lenin, direttore esecutivo del Settore di Preparazione pastorale e delle catechesi del Comitato organizzatore (Col).

«I nostri giovani continuano a iscriversi – spiega -, dimostrando il forte desiderio di essere presenti, e noi programmiamo le Catechesi rivolte a loro. Vogliamo assicurarci che possano partecipare a questo momento fondamentale della Gmg». Le sedi delle Catechesi sono distribuite nelle zone di Jacarepaguá, Norte, Suburbano, Urbano, Sul, Leopoldina, Oeste, Nova Iguaçu, Niterói e Caxias. Una parrocchia può accogliere più di una sede. La mescolanza di lingue diverse in una stessa parrocchia ha lo scopo di incoraggiare il contatto tra le diverse culture dei pellegrini.

Vi saranno 133 sedi in lingua portoghese e 50 in spagnolo. Le altre lingue principali dell´evento sono così suddivise: 25 sedi per le catechesi in inglese, 15 in italiano, 15 in francese, 8 in tedesco e 5 in polacco. La Catechesi saranno tenute in circa 20 lingue, tra cui arabo, croato, danese, slovacco, greco, ceco, russo. Per facilitare spostamenti e distribuzione dei pasti gli alloggi dei pellegrini saranno vicini alle sedi delle Catechesi e anche ai rispettivi Consolati.

Per i pellegrini con disabilità il Col sta predisponendo un luogo con traduzione simultanea nelle sette lingue ufficiali. I luoghi che accoglieranno il maggior numero di pellegrini saranno la Cattedrale metropolitana di São Sebastião, al centro di Rio de Janeiro, e uno dei padiglioni del centro fieristico Riocentro, situato nella zona di Jacarepaguá, entrambi con una capacità di accogliere 5000 pellegrini.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi