Don Mario Longo ha avviato un dialogo con la Curia per avere un aiuto, ma tranquillizza i suoi parrocchiani: «Sono contento di stare qui, non ho intenzione di andarmene»

Don Mario Longo

Non se ne va don Mario Longo dalla parrocchia Santissima Trinità di via Giusti a Milano, non si “dimette”. «Sono contento di stare con la gente della mia parrocchia, non me ne vado affatto – spiega dopo il clamore suscitato nella comunità per un articolo apparso sulla stampa -. Non voglio diventare un caso. Da qualche settimana ho iniziato un dialogo con la Curia arcivescovile e si sta cercando una soluzione sostenibile affinché io possa avere un aiuto. So bene che i preti sono sempre meno e che occorre tenere sotto controllo i costi del personale. Vedremo ora come fare. Ma i parrocchiani stiano tranquilli. Sarò ancora il loro parroco».

La parrocchia infatti è frequentata e l’oratorio è protagonista di molteplici iniziative, con molti stranieri – tra cui tanti cinesi – che partecipano alle attività.

Il Vicario episcopale per la Città di Milano, monsignor Carlo Faccendini, spiega che «sia io, sia il Vicario generale monsignor Mario Delpini abbiamo incontrato nelle scorse settimane don Mario per ascoltare le sue necessità e capire come intervenire, consapevoli che i preti scarseggiano e che occorre essere prudenti, dal punto di vista economico, nel prendere impegni a lunghissimo termine con assunzioni a tempo indeterminato di laici».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi