Malato da tempo, è morto nella serata del 19 settembre al Policlinico Gemelli. I funerali si terranno nella sede di Roma dell’ateneo venerdì 21 settembre: saranno celebrati da monsignor Crociata, segretario Cei

Monsignor Sergio Lanza

È morto ieri sera al Policlinico universitario “A. Gemelli” di Roma, dove era ricoverato, monsignor Sergio Lanza, assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Aveva 67 anni ed era stato nominato assistente generale dal Santo Padre nel marzo 2008. Nel luglio scorso era stato promosso al grado di Prelato d’Onore di Sua Santità.

I funerali si terranno domani, venerdì 21 settembre, alle 15.30, nella cappella centrale della sede di Roma dell’ateneo in largo Francesco Vito 1. La celebrazione sarà presieduta da monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Conferenza episcopale italiana. In novembre, nell’Aula Magna dell’Università a Milano, una Santa Messa di suffragio sarà presieduta dal cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano e presidente dell’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori.

Monsignor Lanza era nato a Morbegno (Sondrio) il 18 giugno 1945 e aveva compiuto gli studi secondari e il curriculum teologico nel Seminario di Como. Fu ordinato presbitero della diocesi di Como il 22 giugno 1969. Si era laureato in Teologia alla Pontificia Università Lateranense nel1963 e in Pedagogia alla Libera Università di Urbino nel 1978. Si era anche licenziato in Scienze Bibliche al Pontificio Istituto Biblico nel 1973. Era ordinario di Teologia pastorale nella facoltà di Teologia della Pontificia Università Lateranense e nell’Istituto Pastorale “Redemptor Hominis”, di cui fu preside. Monsignor Lanza era anche consultore della Congregazione per il clero e del Pontificio Consiglio per la cultura e referente del Porgetto culturale della Chiesa italiana per Roma e il Lazio.

Tra le sue principali pubblicazioni: La cristologia di Gesù. Il Gesù della storia nell’opera di Joachim Jeremias; La narrazione in catechesi; Introduzione alla teologia pastorale. La teologia dell’azione ecclesiale; La nube e il fuoco. Un percorso di teologia pastorale; Cultura e pastorale del terzo millennio; La parrocchia in un mondo che cambia – Situazioni e prospettive; Convertire Giona. Pastorale come progetto.

«Nei quattro anni della sua funzione di Assistente Ecclesiastico Generale – si legge in una nota ufficiale dell’Università Cattolica – non ha mai fatto mancare il suo paterno consiglio e la propria vicinanza a tutti coloro che, fiduciosi nel suo ascolto e ammirati dalla sua capacità di giudizio, si sono rivolti a lui. Per gli assistenti ecclesiastici, i docenti, gli studenti, il personale tecnico-amministrativo e assistenziale egli ha costituito una presenza vigile e importante, un riferimento essenziale in tutte le vicende – normali o straordinarie, liete o difficili – della vita dell’Ateneo dei cattolici italiani».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi