Con l’appuntamento con l’Arcivescovo al Centro pastorale ambrosiano di Seveso si conclude il cammino di discernimento vocazionale di quest’anno

di Luisa BOVE

Gruppo samuele

Si terrà domenica 22 giugno a Seveso, presso il Centro pastorale ambrosiano (via San Carlo 2), l’ultimo incontro del Gruppo Samuele cui parteciperà anche il cardinale Angelo Scola. Al cammino di discernimento vocazionale, che l’anno prossimo festeggerà il suo 25° anniversario, hanno partecipato nel 2013-14 ben 71 giovani (38 ragazze e 33 ragazzi) provenienti dalle sette Zone pastorali: Milano (12), Varese (15), Lecco (3), Rho (14), Monza (11), Melegnano (6), Sesto San Giovanni (5) e altro (5).

A guidare l’esperienza del Gruppo Samuele sono don Maurizio Tremolada e don Cristiano Passoni con un’équipe di 9 persone tra laici (anche coppie) e consacrati. Tutti i giovani che partecipano all’iniziativa hanno alle spalle una guida spirituale che li accompagna lungo tutto il percorso, che culminerà domenica prossima con la consegna all’Arcivescovo della lettera di «fruttificazione» da parte di ogni ragazzo.

Il ritrovo è per le 15, mentre il cardinale Scola giungerà alle 15.45. Dopo una breve preghiera iniziale ci sarà il saluto di monsignor Pierantonio Tremolada, Vicario episcopale per l’Evangelizzazione e i sacramenti; quindi don Maurizio Tremolada, responsabile del Servizio giovani, introdurrà i lavori del pomeriggio. Interverranno quattro ragazzi per un dialogo con l’Arcivescovo, il quale risponderà e proporrà una sua riflessione. Alle 17.15 ci sarà la preghiera del Vespro e al termine i 71 giovani consegneranno nelle mani dell’Arcivescovo la lettera di «fruttificazione».

«La lettera raccoglie i frutti del cammino che hanno vissuto – spiega don Tremolada -. In essa ogni giovane è invitato a formulare una scelta di vita temporanea, ma al tempo stesso impegnativa, che esprima sinteticamente i frutti del cammino di ricerca vocazionale intrapreso». Per qualcuno il cammino conduce a scelte che interessano lo stato di vita (matrimonio cristiano, vita consacrata, sacerdozio); per altri significa continuare una ricerca interiore fino a individuare un ambito di servizio all’interno della Chiesa o della società civile. «Scrivere – continua don Tremolada – è un modo per fissare il passaggio di Dio nella loro vita in una memoria riconoscente. La scrittura rimane il segno che Dio ha parlato personalmente a ciascun giovane e che quest’ultimo ha fatto tesoro delle parole a lui rivolte: è una testimonianza dell’importante “avventura” spirituale intrapresa all’inizio dell’anno pastorale».

Il Gruppo Samuele verrà riproposto anche nel prossimo anno pastorale 2014-15 a giovani dai 18 ai 30 anni. A partire da settembre si apriranno le iscrizioni e i ragazzi interessati dovranno contattare il Servizio giovani di Pastorale giovanile (tel. 0362.647500) e sostenere un previo colloquio di conoscenza con uno dei responsabili. L’ufficio è inoltre a disposizione per fornire qualsiasi chiarimento e informazione ai giovani che vogliono saperne di più prima di intraprendere questo cammino di discernimento vocazionale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi