L’oratorio estivo della Comunità pastorale che riunisce quattro parrocchie cittadine mette alla prova fantasia e immaginazione dei giovanissimi partecipanti seguendo il tema “All’opera” proposto dalla Fom

di Cristina Conti

Presentazione genitori OE Cropped
Don Luca Corbetta presenta l'oratorio estivo ai genitori

Quattro parrocchie – Santa Maria Assunta in centro, San Paolo Apostolo a Sciarè, Madonna della Speranza a Ronchi e San Giorgio a Cedrate – con quattro oratori: la Comunità pastorale San Cristoforo di Gallarate (Varese) ha un oratorio estivo molto frequentato, con circa mille partecipanti.

La mattina le porte si aprono alle 7.30, quando inizia il pre-oratorio, per accogliere i ragazzi che arrivano prima degli altri. Dalle 9.30 via a tutte le attività. «Tra le iniziative della mattinata c’è un momento dedicato ai compiti e alla compilazione di schede in cui i ragazzi possono ripassare o approfondire argomenti che hanno studiato a scuola durante l’anno», spiega don Luca Corbetta, vicario della Comunità pastorale. Altri momenti importanti che scandiscono il ritmo della settimana sono la Messa, la visione di un film di animazione nella sala cinematografica dell’oratorio e, il venerdì, la piscina.

Nell pomeriggio, invece, spazio a giochi e laboratori. Il tema di questi ultimi è quello alla base dell’oratorio estivo 2018, “All’Opera”. «Mettersi all’opera significa incontrare anche lo straordinario mondo del lavoro umano, la sua sempre strabiliante capacità di trasformare la natura e di trarne il necessario per la vita – spiega don Corbetta -. E poi è l’occasione per scoprire che un modo scorretto di abitare il mondo crea immediatamente ingiustizie dolorose, spesso subite dai più deboli e poveri». Gioco, divertimento, attività che mettono alla prova fantasia e immaginazione. Un modo per aiutare i ragazzi a conoscere i diversi aspetti del mondo che li circonda.

Particolarmente attesa è la gita. Anche qui le proposte non mancano. Il 4 luglio ci sarà una gita “cittadina”, perché riguarderà gli oratori di tutta la città: i ragazzi, insieme agli educatori, andranno a Sotto il Monte (Bg). «È un momento molto importante perché vede la partecipazione di tutti gli oratori e dunque i ragazzi potrano incontrare e trascorrere tutta la giornata insieme a coetanei diversi da quelli della loro Comunità pastorale», precisa don Corbetta. Altri appuntamenti saranno invece dedicati solo ai ragazzi di San Cristoforo. La prima meta sarà Santa Maria Maggiore in Val di Gezzo, poi una gita ad Acquatica e una al Lago di Monate.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi