L’incontro con monsignor Delpini alle 19 all’Auditorium don Bosco di Milano (anche su YouTube) conclude il ciclo «Scuola per genitori», organizzato dall’oratorio Sant’Agostino e dall’Istituto Sant’Ambrogio

di Luisa BOVE

scuola-ragazzi-mascherina-799297.610x431

Lunedì 17 maggio in via Copernico a Milano è atteso un ospite d’eccezione: l’arcivescovo Mario Delpini. Sarà lui a concludere il ciclo di incontri dal titolo «Scuola per genitori», organizzato a Milano dall’oratorio Sant’Agostino e dall’Istituto salesiano sant’Ambrogio. Il tema scelto per l’occasione è «Crediamo nell’alleanza educativa!», inizio alle 19 presso l’Auditorium don Bosco di via Copernico 9 (con possibilità di parcheggio interno) e conclusione alle 20.30. Sarà trasmesso anche sul canale Youtube dell’oratorio. La prima edizione si era tenuta l’anno scorso poco prima del lockdown. Poi, visto il successo e la richiesta dei genitori dell’iniziazione cristiana e degli adolescenti, quest’anno è stata riproposta.

«Il discorso dell’Arcivescovo a Sant’Ambrogio ci ha ispirato per proseguire – spiega don Giovanni Conti, incaricato dell’oratorio -. Quando ha parlato di alleanza educativa ci siamo sentiti coinvolti e abbiamo deciso di metterci in campo ancora più. Così abbiamo organizzato anche quest’anno la Scuola genitori nel mese di aprile con la speranza di una riapertura nonostante il Covid. E ci siamo riusciti. In sala c’erano 60-100 persone e altre 400 si sono collegate in streaming o hanno ascoltato in seguito».  

«Avevo raccontato all’Arcivescovo la nostra iniziativa per manifestargli che avevamo preso ancora più sul serio l’appello di Sant’Ambrogio – continua il sacerdote -. Poi lo abbiamo invitato e si è reso disponibile per venire da noi, così abbiamo ipotizzato un quinto incontro. Abbiamo preparato alcune domande a partire dalle provocazioni del suo discorso: le porranno un papà, una mamma, un’insegnante, un educatore, una consacrata. Sarà quindi un dialogo con l’Arcivescovo in presenza e trasmesso sul canale Youtube».

Il ciclo era nato per i genitori della parrocchia, poi è stato allargato anche a quelli dell’istituto salesiano: la scuola conta ben due mila allievi dalle primarie alle secondarie di secondo grado. «L’orario era infelice per via del coprifuoco – ammette don Conti -, per questo la maggioranza l’ha seguito sul canale Youtube; ma per chi partecipava in presenza abbiamo organizzato l’animazione per i bambini molto piccoli».

Le tematiche fin qui affrontate servivano ai genitori «per riprendere e rileggere lo tsunami del Covid», continua il prete. I relatori sono stati Alberto Pellai sulle «Sfide evolutive ed educative nella ripartenza»; don Chino Pezzoli della comunità Promozione umana che ha portato la sua testimonianza «Non rubiamo la speranza ai giovani»; Johnny Dotti, pedagogista bergamasco, su «Segnali educativi per genitori che non hanno paura»; mercoledì scorso Domenico Barillà, analista e scrittore, che ha parlato della «Forza dell’interdipendenza per rinascere».

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi