Giornata di studio del Centro Studi di Spiritualità della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Relazioni di Francesco Bargellini e Antonio Montanari, dibattito tra Carlo Formenti e Duilio Albarello

Facoltà teologica

Il 18 maggio 1994, commemorando a Milano Giuseppe Lazzati, Giuseppe Dossetti pronunciava il famoso «discorso della sentinella», nel quale rileggeva la contemporaneità attraverso lo scenario della “notte”, tratto da un enigmatico oracolo del profeta Isaia: «Sentinella, quanto resta della notte? La sentinella risponde: Viene il mattino, e poi anche la notte; se volete domandare domandate, convertitevi, venite!» (Is 21,11-12).

La metafora della notte, evocativa di una diffusa indifferenza, continua a manifestare la sua efficacia anche per definire la congiuntura presente, nella quale l’ansia generata dalle tenebre e lo spasmodico desiderio di rivedere la luce accentuano la crisi che tutti coinvolge. Pertanto oggi più che mai il cristiano, come la sentinella, è chiamato a guardare in avanti verso il mattino, senza ripiegarsi a rimpiangere il passato, pur con consapevolezza che la notte non è ancora finita.

A partire da queste convinzioni, il Centro Studi di Spiritualità della Facoltà Teologica di Milano dedica la tradizionale Giornata di Studio al tema “‘Quanto resta della notte?’ Fede e assuefazione allo stato di crisi”. Ancorandosi alla parola del Vangelo e della Tradizione, essa si propone offrire una lettura critica della crisi che ci avvolge, alla ricerca di un senso che ci aiuti a interpretare e a vivere meglio il nostro tempo. Non per rimuovere la crisi e neppure per alimentare illusorie, semplicistiche soluzioni, ma per richiamare a quella vigilanza che, distogliendoci dalla miopia del presente, ci consenta di durare nella notte.

La Giornata di studio si svolgerà giovedì 9 gennaio, dalle 9 alle 12.45, presso la Sala Convegni della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (via Cavalieri del Santo Sepolcro 3, Milano). Lo svolgimento prevede due relazioni, il cui intento è di inquadrare il tema entro la prospettiva biblica e storico/spirituale. La prima (“Operare fino a che dura il giorno. Il senso cristiano dell’imminenza escatologica) sarà svolta dal professor Francesco Bargellini, docente di Greco biblico ed esperto di Paolo presso la Facoltà Teologica di Milano. La seconda (“Il De Civitate Dei di Agostino. La prima interpretazione cristiana della fine di un’epoca”), sarà tenuta dal professor Antonio Montanari, docente di Storia della Spiritualità presso la stessa Facoltà. Un secondo momento sarà poi dedicato a una ripresa del tema alla luce del contesto contemporaneo e si svolgerà nella forma di un dialogo tra il professor Carlo Formenti, giornalista e docente di Teoria e tecnica dei nuovi media presso l’Università di Lecce, e il professor Duilio Albarello, docente di Teologia Fondamentale presso la Facoltà Teologica di Milano.

L’incontro è riconosciuto per l’aggiornamento dei docenti della scuola di ogni ordine e grado.

Info: tel. 02.863181; info@ftis.it; www.teologiamilano.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi