Redazione

La Terra Santa è ritornata a essere
la meta più frequentata del pellegrinaggio cristiano.
Siamo ritornati ai tempi del Giubileo 2000.
Ma proprio per questo “pellegrinaggio di massa”
e’ facile cadere in situazioni che vanificano
il valore e l’efficacia spirituale
del “ritorno alle proprie radici”
come dovrebbe essere per il cristiano questo viaggio!

Esso mira a radicare nella storia/geografia l’evento cristiano (tanto più oggi necessario in tempi di “favole” romanzate sulle origini cristiane) e a fornire l’occasione di una revisione critica della propria fede con un accento di forte evangelizzazione (nei suoi elementi essenziali e specifici: cristologia come base dell’antropologia, unica verità dell’uomo!), evitando enfasi archeologiche o devozionali. Si tratta di tenere con precisione un taglio “pastorale”.

Ora questo dipende dalla guida biblica che è necessario avere in un tale pellegrinaggio così come quello del Sinai, dove si deve andare per leggere il libro dell’Esodo seminato lungo il medesimo itinerario di Mosè! E naturalmente un adeguato Sussidio per poter fornire i pellegrini di uno strumento che prolunghi poi l’esperienza in una riflessione personale.

Ora mi sono accorto che in questi mesi di “pellegrinaggio di massa” troppi gruppi sono in giro senza Guida, o semplicemente in mano a laici locali (anche ebraici o musulmani), e che molti parroci partono senza un adeguato programma perché magari fatto da agenzie che nulla sanno della peculiarità di tale viaggio!

E’ un peccato grave non far vivere in profondità la grazia di un viaggio in terra Santa! Il richiamo all’attenzione all’Agenzia è necessario: il viaggio in Israele ha una lunga tradizione da noi, con maestri che hanno creato stile e contenuti! Scegliere una Agenzia che cura specifici programmi, guide specializzate, sussidi adeguati e stile pastorale è per lo meno il primo atto di serietà e responsabilità nei confronti dei propri fedeli che tutto attendono dal proprio pastore!

Per la lunga frequentazione che ho con quella Terra (32 anni) rinnovo sempre la disponibilità a qualche suggerimento pratico nel formulare programmi adatti a ogni gruppo e indicazioni per luoghi più adatti alle celebrazioni. E se non si trova di meglio v’è a disposizione sul mio sito web: www.donromeo.it il testo della guida Shalom che si può scaricare come aiuto e indirizzo per chi soprattutto va la prima volta in Terra Santa.

don Romeo Maggioni
Responsabile Servizio per la Pastorale
del Tempo libero, del Turismo e dello Sport

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi