Il convegno annuale organizzato dal Servizio diocesano per la Pastorale della salute presso la Curia arcivescovile mira a porre il volontariato in relazione con la multiculturalità

Immigrati

“Fenomeno migratorio: opportunità e difficoltà” è il tema del convegno annuale organizzato dal Servizio diocesano per la Pastorale della salute, che si terrà sabato 10 maggio, dalle 9 alle 12.30, presso la Sala convegni della Curia arcivescovile (piazza Fontana 2, Milano). L’appuntamento mira a porre il volontariato in relazione con la multiculturalità.

Il convegno – rivolto in particolare a volontari e responsabili di associazioni di volontariato, assistenti spirituali, cappellani, diaconi e suore delle Cappellanie, parroci, responsabili decanali per la Pastorale della Salute, ma anche a quanti sono interessati ad approfondire la tematica – prende spunto da alcune considerazioni di papa Francesco, tratte dal messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2014: «Le nostre società stanno sperimentando, come mai è avvenuto prima nella storia, processi di mutua interdipendenza e interazione a livello globale, che, se comprendono anche elementi problematici e negativi, hanno l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita della famiglia umana, non solo negli aspetti economici, ma anche in quelli politici e culturali – scrive papa Francesco -. Ogni persona, del resto, appartiene all’umanità e condivide la speranza di un futuro migliore con l’intera famiglia dei popoli… Le migrazioni rivelano anche l’aspirazione dell’umanità a vivere l’unità nel rispetto delle differenze, l’accoglienza e l’ospitalità che permettano l’equa condivisione dei beni della terra, la tutela e la promozione della dignità e della centralità di ogni essere umano».

In allegato il programma.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi