Alle 10.30 nella Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro a Milano, nel centenario della morte del fondatore del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza

Don Carlo San Martino
Don Carlo San Martino circondato dai ragazzi

Per la chiusura dell’anno sanmartiniano in occasione del centenario della morte di don Carlo San Martino – prete ambrosiano nato a Milano e vissuto tra il 1844 e il 1919 -, giovedì 14 novembre, alle 10.30, monsignor Mario Delpini, Arcivescovo di Milano, presiederà una Messa nella Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro a Milano (piazza San Nazaro in Brolo 5).

A concelebrare la Messa saranno: mons. Luigi Stucchi, Vicario episcopale per la Vita consacrata femminile della Diocesi di Milano; mons. Alessandro Assolari, Vicario emerito per la Vita consacrata della Diocesi di Bergamo; don Tarcisio Bove, componente del Comitato permanente del Pio Istituto pei Figli della Provvidenza; don Ettore Colombo, responsabile della Comunità pastorale Santi Apostoli di Milano; don Mauro Malighetti, responsabile della Comunità pastorale Santa Caterina di Besana Brianza; don Gianluigi Braga, parroco di San Giorgio a Montano Lucino; padre Vincenzo Molinaro, parroco di San Leonardo Murialdo a Milano.

Saranno presenti autorità civili: Marco Granelli, assessore alla Mobilità e Lavori pubblici, rappresenterà il Sindaco di Milano; il sindaco di Besana Brianza Emanuele Pozzoli; il sindaco di Montano Lucino Alberto Introzzi.

Don San Martino, che ha dedicato la sua vita ai ragazzi, ha fondato nel 1885 il Pio Istituto pei Figli della Provvidenza, per accogliere minori abbandonati o in difficoltà. Una grande opera di prevenzione, educazione e promozione sociale che ha portato tanti bambini a crescere in un contesto sereno secondo i valori cristiani.

«È con grande gioia che concludiamo l’anno nella memoria del nostro fondatore don Carlo San Martino, in occasione del centenario della sua morte – dice Alberto Del Corno, direttore del Pio Istituto -. Siamo molto grati all’arcivescovo Delpini per aver accolto il nostro invito a celebrare la santa Messa conclusiva di ringraziamento al Signore per il dono del nostro fondatore e dell’opera da lui realizzata. Oggi raccogliamo la sua eredità e continuiamo la sua azione attraverso i progetti educativi applicati nelle nostre scuole».

Negli anni sono stati tantissimi i ragazzi (e le ragazze) ospitati nelle varie strutture ed educati da don Carlo, dalle Ancelle della Provvidenza e da altre figure educative. Oggi le strutture di don San Martino sono diventate scuole paritarie, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, in tre sedi: Milano, Besana Brianza (Rigola) e Montano Lucino (Como).

Nel corso dell’anno sanmartiniano sono stati realizzati il fumetto Le avventure di don Carlo San Martino (disegni di Bruno Dolif, sceneggiatura di Luisa Bove), la docu-fiction Nell’ingranaggio del mondo. Don Carlo San Martino (1844-1919) di Carlo Folcio e Orietta Pozzoli, e il volume Don Carlo San Martino e la sfida educativa di Luisa Bove (con prefazione dell’arcivescovo Delpini, Paoline, 313 pagine, 18 euro), presentato durante un convegno all’Università cattolica cui sono intervenuti, oltre all’autrice, Piero Cattaneo (pedagogista) e monsignor Ennio Apeciti (Rettore del Pontificio Seminario Lombardo e Consultore della Congregazione delle Cause dei Santi).

L’ultimo evento, il 9 ottobre scorso, l’udienza in piazza San Pietro da papa Francesco, cui hanno partecipato oltre 400 persone tra alunni, docenti e genitori; e la Messa presieduta da don Tarcisio Bove all’Altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro.

Per informazioni: tel. 02.8693205; www.pioistituto.org

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi