Nell’ambito del ciclo “Zoom on Persecution”, alle 19.30 Acs ricorda i missionari nel Paese oppresso da interminabili conflitti interni, genocidi, rapimenti e saccheggi ad opera di bande armate interne e straniere.

Congo Politics

Nella 29esima Giornata di Preghiera e Digiuno per i Missionari Martiri, mercoledì 24 marzo, alle 19.30, su Zoom l’incontro «Missionari martiri nella Repubblica Democratica del Congo: semi di vita cristiana nelle tenebre della violenza», promosso da Aiuto alla Chiesa che soffre (ACS). Il Congo, terzo Paese dell’Africa per numero di abitanti, è oppresso da interminabili conflitti interni, genocidi, rapimenti e saccheggi ad opera di bande armate interne e straniere. Dentro questa situazione di endemica violenza, instabilità e insicurezza si fa spazio il sistematico tentativo di sradicamento della presenza della Chiesa, soprattutto nelle regioni orientali del Kivu. Da dove nasce e che cosa alimenta la violenza così radicata e diffusa nel Paese e perché anche la Chiesa ne è vittima? Quale speranza offre la presenza della Chiesa missionaria in Congo? Chi sono i martiri del Congo dell’ultimo decennio?

Dopo l’introduzione di monsignor Oreste Leonardi, Primicerio della Basilica di San Petronio a Bologna, interviene Maurizio Giammusso (Fondazione Pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre, Milano), e porta la sua testimonianza padre Jerôme Paluku, OCD (Segretario Generale per la Cooperazione Missionaria dei Carmelitani Scalzi, Roma).

Padre Paluku è membro del Commissariato dei Carmelitani Scalzi del Congo, di cui è stato Economo generale. Dopo la Professione religiosa si è laureato in Filosofia a Kinshasa (RDC) e successivamente in Teologia a Nairobi (Kenya). Ordinato sacerdote è stato missionario anche in Malawi. Dal 2015 è Segretario generale per la Cooperazione missionaria dell’Ordine, presso la Curia Generalizia a Roma. Ha ottenuto un Diploma in Scienza delle comunicazioni sociali al Tanzaga College, Nairobi, e un Master of Arts in Sviluppo economico presso il Kimmage Development Studies Centre, Dublino, dove si è specializzato nella gestione dei progetti di aiuto e delle organizzazioni di sviluppo e assistenziali. Questa competenza ha portato padre Jerôme a diventare consulente nella gestione dei progetti di aiuto per conto di alcune importanti realtà ecclesiali Italiane e mondiali.

L’incontro – in collegamento Zoom (ID riunione: 919 6572 3487 • Passcode: 688876) – si svolge nel contesto del ciclo con testimoni diretti della Chiesa che Soffre, in video collegamento dalle Diocesi di appartenenza, volto ad approfondire, insieme ad ACS, la conoscenza della persecuzione religiosa nel mondo e a orientare più consapevolmente la solidarietà ai cristiani perseguitati.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi