Omaggio all'Arcivescovo scomparso nel 2012, uomo di dialogo, testimone della prossimità agli ultimi e punto di riferimento per la cultura. Prima dell'intitolazione Messa presieduta da monsignor Locatelli

martini

Domenica 7 dicembre il Comune di Magenta (Mi) intitola una nuova piazza della città (nei pressi di via San Girolamo Emiliani) alla memoria del cardinale Carlo Maria Martini. L’iniziativa della Giunta, spiega il sindaco Marco Invernizzi, vuole omaggiare la «persona illuminata, attenta alla valorizzazione delle diverse espressioni dell’umano, capace di ascolto e dialogo tra credenti e non credenti, testimone della prossimità verso i più deboli e punto di riferimento significativo per la cultura».

Martini è stato una figura importante per Magenta: già una stele ricorda la sua visita in occasione della missione cittadina 1980 e «fu proprio dalla sfida lanciata dalla lettera pastorale “Farsi prossimo” – dice l’assessore al sociale Simone Lonati – che le parrocchie magentine intrapresero, in dialogo con le istituzioni, il percorso che portò ad aprire la Casa d’accoglienza tutt’ora operante».

Sarà il trascinatore di quell’opera, monsignor Giuseppe Locatelli (allora parroco a Magenta, poi collaboratore di Martini come vicario episcopale a Monza) a presiedere la celebrazione eucaristica prima dell’intitolazione. «È un segno bello – commenta don Mario Magnaghi, parroco e responsabile della neonata comunità pastorale “Santa Gianna Beretta Molla e Beato Paolo VI” -. Siamo contenti che l’amministrazione della nostra città, una realtà laica, riconosca l’importanza per tutti del magistero e della testimonianza del pastore della comunità cattolica ambrosiana».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi