La parrocchia milanese celebra i 50 anni di istituzione nella Messa presieduta dall’Arcivescovo all’interno delle due settimane di annuncio e predicazione curate da preti e suore cappuccine, con momenti comunitari e iniziative rivolte alle diverse fasce d’età

di Cristina CONTI

Parrocchia Madonna della Fede

Domenica 21 maggio il cardinale Angelo Scola si recherà alla parrocchia Santa Maria della Fede a Milano (via Betulle 16), dove alle 10.30 presiederà la celebrazione eucaristica domenicale in occasione del 50mo di istituzione della parrocchia. «La data esatta è il 3 settembre 1967, ma festeggiamo adesso perché la nostra chiesa è dedicata alla Madonna della Fede e maggio è sempre per noi il momento in cui celebriamo la festa della parrocchia – spiega il parroco, don Giovanni Angelo Giuseppe Confetta -. La visita dell’Arcivescovo, in particolare, si colloca a metà delle Missioni popolari, in corso dal 15 al 28 maggio».

Come vi siete preparati per questo incontro?
Abbiamo iniziato la preparazione all’inizio dell’anno, con momenti di preghiera e ritiri spirituali. Abbiamo poi invitato anche i sacerdoti che in passato sono stati in parrocchia, i parroci e i coadiutori: sono venuti qui a turno una volta al mese a celebrare la Messa e a tenere un incontro di Lectio divina su una pagina del Vangelo.

E le Missioni popolari?
Vengono qui da noi 11 frati e suore cappuccine di Varese. Abbiamo deciso direttamente con loro come organizzare questa iniziativa. E proprio per aiutare le persone a pregare e per cercare di coinvolgerle maggiormente abbiamo preparato alcuni libretti e sussidi.

Quali iniziative si stanno svolgendo in questi giorni?
Abbiamo pensato di dar vita a momenti dedicati a tutte le fasce di età. La prima settimana è detta dell’Annuncio e prevede che frati e suore, ospitati in famiglie della parrocchia, vadano in scuole, parchi, strade, in giro per il quartiere per incontrare le persone e annunciare il Vangelo. Per i bambini e i ragazzi, invece, abbiamo organizzato incontri durante i giorni di catechesi settimanale, mentre per i bambini delle elementari e i ragazzini delle medie sono state predisposte visite durante l’ora di religione. Ci sono anche iniziative comuni. Alla mattina, alle 7.45, nella piazza di fronte alla scuola c’è un momento chiamato “Buongiorno Gesù”, dedicato alla preghiera e all’animazione: un segno per tutta la comunità. Il numero di ragazzi intervenuti è molto buono: abbiamo scelto intatti un punto strategico, di passaggio per cogliere la loro attenzione. Per i preadolescenti, gli adolescenti e i giovani l’incontro si svolge durante l’ora di catechesi il venerdì e la domenica. Per gli adulti, invece, i frati hanno visitato due vie ogni due giorni e alla sera si sono ritrovati, nelle famiglie che hanno dato la loro disponibilità, per riflettere, dialogare e pregare insieme in gruppi di Ascolto della Parola di Dio.

E la seconda settimana?
Sarà dedicata a momenti comunitari in parrocchia. Ci saranno occasioni di preghiera in chiesa: abbiamo pensato a un’adorazione eucaristica, un momento penitenziale e a un Rosario a Maria. A conclusione di questa iniziativa, abbiamo poi deciso di organizzare anche un incontro più ludico. Sabato 27 maggio, infatti, presso il Centro sociale, sempre in via Betulle, ci sarà un concerto di Nando Bonini, chitarrista storico di Vasco Rossi, convertitosi alla fede cristiana, dove brani di musica rock si alterneranno alla sua testimonianza di conversione. Sarà un momento dedicato soprattutto ai giovani, ma aperto a tutti.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi