Redazione

I matrimoni di “mista religione” sono un fenomeno relativamente nuovo in Italia e dunque spesso soggetti a problemi difficilmente risolvibili secondo i canali assistenziali tradizionali. Per questo la diocesi di Milano ha istituito il Consultorio famiglie interetniche, per accompagnare le coppie nel loro percorso di vita superando le incomprensioni.

di Giampiero Alberti

Negli anni ’90 è emersa sempre più la realtà della coppia di mista religione. Non esisteva una grande esperienza nel prepararsi e nel vivere tale situazione, che poneva certamente problematiche diverse e nuove rispetto alla tradizione italiana. Ecco allora l’intuizione e la costituzione di un consultorio famigliare interetnico.
Il Consultorio Famiglie Interetniche è nato come servizio dedicato a coloro che direttamente, in qualità di persone coinvolte nella relazione – singoli, coppie, famiglie- , o di professionisti/volontari dei servizi pubblici e del privato sociale (parrocchie, centri di ascolto, consultori diocesani, centri di aiuto alla vita, associazioni) a contatto con nuclei familiari misti o immigrati, necessitano di consulenza di tipo sociologico, culturale, legale e religioso in merito alle dinamiche proprie delle famiglie miste o immigrate, in particolare musulmane.

Coppie di fidanzati, neo genitori, famiglie, volontari, parroci, assistenti sociali, educatori, psicologi, avvocati, possono trovare nel Consultorio un aiuto nel conoscere il mondo culturale e religioso dell’altro (raccogliendo informazioni e spiegazioni) , un sostegno nell’elaborare strumenti di dialogo sul piano culturale e religioso, un accompagnamento dell’esperienza di coppia, un sostegno nel costruire percorsi di integrazione familiare e sociale, con e per queste famiglie. Le attività del Consultorio si concretizzano attraverso: consulenza on line (area socio-culturale, legale e religiosa): quando necessitano informazioni di base e generali o si desidera un primo confronto su una determinata situazione per verificare l’eventuale necessità di una consulenza di sportello, è possibile scrivere all’indirizzo mail consultorio@cadr.it e ricevere una risposta dai consulenti del Consultorio.
La consulenza di sportello (area socio-culturale, legale e religiosa): quando si ha necessità di un confronto più articolato su una situazione che richiede una gestione più complessa in termini di raccolta di informazioni, di orientamento e anche di accompagnamento nella gestione del problema presentato è possibile chiedere un appuntamento. La consulenza è gratuita.
Infine c’è l’accompagnamento della coppia islamo-cristiana: il Consultorio promuove e organizza un percorso e un cammino di preparazione al matrimonio e di accompagnamento alla vita di coppia e familiare per quelle coppie dove un partner è cattolico e l’altro è musulmano. Tale percorso si concretizza in momenti di incontro e di riflessione offerti alla coppia e in momenti di confronto e di socializzazione con altre coppie che stanno vivendo la stessa esperienza di vita. (le questioni e le tematiche condivise sono religiose, familiari, sociali).

Presso il Consultorio è disponibile documentazione sul diritto di famiglia italiano, sul diritto di famiglia dei paesi arabo-islamici, sul matrimonio cattolico e sul matrimonio nell’islam, sui matrimoni islamo-cristiani, sull’esperienza di vita coniugale e familiare di nuclei familiari misti e islamo-cristiani. Per tutti coloro che ne fossero interessati è possibile farne richiesta come chiedere un appuntamento con i consulenti per una illustrazione del materiale stesso (scrivendo all’indirizzo mail consultorio@cadr.it, inviando un fax al numero 02/83240907, chiamando il numero 02/8375476 oppure 335/8714649).

Il Consultorio ogni anno promuove e organizza corsi di formazione e seminari di riflessione sul tema della famiglia mista e immigrata, in particolare musulmana e sui matrimoni islamo-cristiani. E’ possibile richiedere l’organizzazione di un corso, di un seminario o di un intervento specifico, presso la propria realtà sia del pubblico che del privato sociale (parrocchia, centro di ascolto, consultorio, CAV, servizio del territorio).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi