Cordiale udienza del Santo Padre al cardinale Scola e a una delegazione di autorità impegnate nella preparazione della manifestazione, che l'hanno invitato a Milano in occasione dell'evento. Il Pontefice ha incoraggiato l'iniziativa, a cui sarà presente anche la Chiesa

Scola con Papa Francesco

Questa mattina il Santo Padre ha ricevuto nel Palazzo Apostolico il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, con una delegazione di autorità impegnate nella preparazione dell’Expo Milano 2015.

Facevano parte della delegazione, da parte ecclesiale: monsignor Erminio De Scalzi, vicario episcopale per gli Eventi e gli incarichi speciali; monsignor Bruno Marinoni, Moderator Curiae; monsignor Luca Bressan, vicario episcopale per la Cultura, la Carità, la Missione e l’Azione sociale; il dottor Luciano Gualzetti, vicecommissario del padiglione della Santa Sede all’Expo e vicedirettore della Caritas Ambrosiana; il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio consiglio per la Cultura; monsignor Pasquale Iacobone, vicecommissario del padiglione della Santa Sede all’Expo e responsabile del Dipartimento Arte e Fede del Pontificio Consiglio della Cultura;

Delle autorità preposte all’Expo erano presenti il dottor Giuseppe Sala, Commissario Unico per Expo Milano 2015, e la dottoressa Diana Bracco, presidente Expo 2015 Spa e Commissario generale di Sezione per il Padiglione Italia.

Durante l’udienza, il cardinale Scola e la delegazione hanno invitato a Milano il Santo Padre in occasione dell’evento, in programma dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 sul tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. I cardinali Scola e Ravasi hanno illustrato le linee guida della presenza ecclesiale all’Esposizione. Il dottor Sala e la dottoressa Bracco hanno spiegato il senso complessivo di Expo 2015.

Il Santo Padre ha incoraggiato l’iniziativa e ha preso atto con interesse dell’invito a Milano. Nel dialogo cordiale con la delegazione il Papa ha invitato a procedere nell’organizzazione prestando attenzione anche agli aspetti più piccoli, alla condivisione e all’aiuto. Il Pontefice è rimasto positivamente colpito dall’opportunità di lavoro che Expo rappresenta per i giovani e dai progetti di cooperazione internazionali.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi