In San Satiro serata di presentazione della proposta rivolta agli adulti ambrosiani e focalizzata sulla lettera di Paolo agli Efesini. Cinque incontri a livello decanale nel contesto tematico del Sinodo minore «Chiesa dalle genti»

di Marta Valagussa

diverse-hands-with-globe-810x385

«Esiste una modalità concreta per ascoltare quello che il Signore vuole dirci nella sua Parola e per lasciarci trasformare dal suo Spirito. È ciò che chiamiamo lectio divina. Consiste nella lettura della Parola di Dio all’interno di un momento di preghiera per permetterle di illuminarci e rinnovarci» (Evangelii Gaudium, 152).

Stimolata da queste parole di papa Francesco, l’Azione Cattolica ambrosiana intende continuare a proporre agli adulti la celebrazione della lectio divina nei decanati della diocesi. Questo servizio viene sentito da tutti i soci di Azione Cattolica come un dovere maturato dalla consapevolezza che pregare “nella” Parola significa incontrare Dio, che rivela il suo volto, la sua volontà di salvezza e il suo amore per ciascuno.

«Vogliamo proporre a tutta la diocesi di condividere la bellezza di metterci in ascolto del Signore e di aiutarci a vicenda ad accogliere la sua verità, così che la sua Parola sia lampada per i nostri passi e luce sul nostro cammino», spiega Silvia Landra, presidente di Azione Cattolica ambrosiana. Il Sinodo minore, indetto dall’arcivescovo Mario Delpini, impegna tutte le comunità della diocesi a rileggersi per diventare consapevoli che siamo “Chiesa dalle Genti”. «Nell’epoca di cambiamento che stiamo vivendo, uno dei tratti più evidenti è sicuramente la presenza nelle nostre terre di persone provenienti da altri paesi e da altre culture. Non possiamo pensarci come comunità di Cristo, stando semplicemente accanto a loro e immaginando che dovremmo essere accoglienti solo nel senso di “permettere” a queste persone di partecipare alle nostre realtà locali. Questo tempo ci chiede molto di più», prosegue la presidente.

La proposta di lectio divina dell’Azione Cattolica ambrosiana quest’anno si focalizzerà sulla lettera di Paolo agli Efesini. Il titolo dell’iniziativa è «Abbattere i muri di separazione. Per una Chiesa fino ai confini della terra». Il percorso poi si articolerà in cinque incontri: Il disegno d’amore di Dio (Efesini 1, 1-19); Nessuno è straniero (Efesini 2, 8-22); Ricolmi della pienezza di Dio (Efesini 3, 14-21); Rivestire l’uomo nuovo (Efesini 4, 17-32); Lottare con l’armatura di Dio (Efesini 6, 10-20).

«Come incontro di introduzione generale alla lectio, consigliamo la lettura integrale della Lettera agli Efesini, eventualmente accompagnata dalla testimonianza di chi ha provato a vivere in prima persona il senso di essere “Chiesa dalle genti”. Dal Centro diocesano di Azione Cattolica non sarà predisposto uno strumento, si lascia alla libertà di ciascuno la sua predisposizione. Si consiglia che l’incontro sia accompagnato dalla bellezza della musica e dalla buona ed efficace lettura dei testi» conclude Silvia Landra.

In particolare, giovedì 18 ottobre alle 21 presso la Basilica di san Satiro a Milano (via Torino 17) si terrà una serata di presentazione del percorso di lectio divina. Sarà presente Pedro di Iorio, responsabile del Servizio Accoglienza Immigrati di Caritas Ambrosiana.

Info: www.azionecattolicamilano.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi