La Pastorale giovanile della Cei ha inviato a oltre 500 monasteri un cero con il logo della Gmg, invitando le Superiori e le consorelle a pregare insieme in vista dell'appuntamento mondiale in Polonia

Cero_Gmg

La Giornata mondiale della gioventù entra anche nei monasteri di clausura femminili di tutta Italia. Il Servizio nazionale per la Pastorale giovanile della Cei (Conferenza episcopale italiana) ha inviato infatti a oltre 500 monasteri un cero con il logo della Gmg. I ceri sono stati consegnati dagli incaricati diocesani, insieme a una lettera: l’invito alle Madri superiori e alle consorelle è di pregare insieme, accompagnando i giovani che a Cracovia vivranno giorni di particolare grazia.

Le Giornate mondiali della gioventù sono da sempre un tempo propizio per fare discernimento su se stessi, per riflettere sulla propria vita e cercare l’autentica felicità. Con la grazia dello Spirito, durante la Gmg sono maturate tante scelte coraggiose, tanti impegni di coppia, tante risposte alla chiamata del Signore alla Vita consacrata.

Il desiderio è che i giorni della Gmg possano essere vissuti nella comunione da tutta la Chiesa italiana. In particolare è chiesto alle claustrali di accompagnare i giovani con la preghiera, affinché il Signore possa colmare dei suoi doni anche questa XXXI Giornata mondiale della gioventù. Le comunità potranno riunirsi intorno al cero della Gmg, per dedicare intenzioni di preghiera particolari per i ragazzi radunati a Cracovia affinché, con l’intercessione di san Giovanni Paolo II e santa Faustina Kowalska (i Santi patroni di questa Gmg), tutti i pellegrini possano trovare in questa esperienza un’occasione feconda per vivere la loro giovinezza «misericordiosi come il Padre».

Intanto l’iniziativa si è già diffusa e tante comunità hanno voluto comunicare la propria vicinanza ai giovani attraverso i social media: dalle Suore Benedettine di Sant’Onofrio ad Ascoli Piceno alle sorelle Clarisse del monastero di Vicoforte (Diocesi di Mondovì); le Clarisse e le Carmelitane scalze della Diocesi di Lucca e il monastero delle Carmelitane scalze di Betania (Diocesi di Alessandria). I giovani della Diocesi di Oppido Palmi si sono riuniti un sabato mattina per consegnare il cero alle sorelle del monastero della Visitazione a Taurianova. E la comunità monastica di Subiaco ha inviato ai giovani una bellissima lettera.

Ecco invece l’elenco dei monasteri della Diocesi di Milano che hanno ricevuto il cero e dove si prega per la Gmg. A Milano, Visitazione S. Maria in via S. Sofia, S. Benedetto in via Felice Bellotti, S. Teresa di Gesù Bambino in via Marcantonio Colonna, Suore Agostiniane in via G. Ponzio, S. Chiara delle Clarisse in piazza Piccoli Martiri. In provincia di Milano, Carmelitane scalze a Legnano, Monache Benedettine a Viboldone di Civesio di San Giuliano Milanese, Maria Madre della Chiesa a Paderno Dugnano. In provincia di Monza e Brianza, Adoratrici perpetue a Monza, Adoratrici perpetue a Seregno. In provincia di Varese, Monache Benedettine a Gallarate, San Giuseppe ad Agra, Monache Passioniste a Gornate Olona, Suore Carmelitane a Cuasso al Piano di Cuasso al Monte, S. Maria del Monte al Sacro Monte di Varese. In provincia di Lecco, Monache Romite a Bernaga di Perego, Carmelitane scalze a Concenedo di Barzio.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi