Appuntamenti per tutte le età nelle diverse Zone pastorali a Monza, Melegnano, Lecco, Varese e Rho. Una manifestazione concreta di «Chiesa in uscita»

di Marta Valagussa

unspecified3VGZK47F Cropped

Nel week-end del 19 e 20 gennaio nella diocesi di Milano si svolgeranno le feste della pace organizzate dall’Acr ambrosiana. Cinque appuntamenti in contemporanea nelle diverse zone: Monza, Melegnano, Lecco, Varese e Rho.

«Durante il mese della pace – spiegano Paolo Airoldi e Gaia Boldorini, responsabili diocesani dell’Acr ambrosiana – siamo invitati a uscire dalla dimensione parrocchiale e a incontrarci con gruppi che vivono lo stesso percorso nei paesi circostanti. La festa della pace è un evento simbolico per dire che continuiamo a credere nella pace e che siamo disposti a costruirla insieme. Ma è anche una manifestazione concreta di “Chiesa in uscita” che culmina in tutte le zone con la marcia della pace, un grande fiume di persone che guardano insieme verso il futuro colorando il proprio cammino con i colori della pace».

Diversi programmi e diverse proposte come diverse sono del resto le esigenze e le caratteristiche territoriali. A Monza l’appuntamento è per sabato 19 gennaio, alle 15, presso l’oratorio san Gerardo (via Cremona 7): giochi e laboratori per i più piccoli e tavola rotonda per giovani e adulti. Nella mattinata di domenica 20 gennaio invece appuntamento a Treviglio, presso l’oratorio san Pietro (via Vespucci): marcia della pace, celebrazione della Messa e pranzo insieme. Nel pomeriggio di domenica in contemporanea si celebra la pace a Lecco, a Varese e a Rho. In particolare, a Costa Masnaga (Lc), presso la casa di Ac, il gruppo acquisto solidale Karibuny propone giochi, attività ed esperienze di pace per grandi e piccoli. A Gallarate, presso il Centro della Gioventù, incontro con la comunità islamica gallaratese per parlare di pace. E infine a Olgiate Olona, presso l’oratorio Santo Stefano, laboratori culinari e giochi per i piccoli e momento formativo per giovani e adulti.

«Tutte le feste sono organizzate in alleanza e collaborazione con altre associazioni presenti localmente, particolarmente sensibili al tema, come l’Agesci e il Commercio Equo e Solidale, realtà extra parrocchiali con cui dobbiamo dialogare per creare un vero clima di pace, a partire dalle nostre piccole realtà quotidiane – sottolineano Paolo Airoldi e Gaia Boldorini -. I ragazzi vengono inoltre invitati a prendersi un impegno specifico nel proprio territorio, perché la pace viene costruita giorno dopo giorno da chi abita un territorio, dalla sua passione e dal suo amore per quella zona e per gli abitanti che la vivono».

La festa della pace firmata Acr da sempre viene pensata come un momento adatto a tutte le fasce d’età: giochi e laboratori per i bambini a partire dai sei anni e proposte interessanti e profonde per i giovani e gli adulti: tavole interreligiose, testimonianze, incontri: «La pace deve diventare tema comune di dialogo intergenerazionale, altrimenti il nostro rischia di diventare solo un bel ritrovo, dove si gioca e non si pensa. Invece lo stile Acr è proprio questo: far passare un messaggio, anche attraverso un gioco o un momento divertente. Un messaggio chiaro e comprensibile anche dai bambini, perché a partire da loro costruiamo un mondo di pace. Vogliamo investire un po’ del nostro tempo per riflettere insieme sul tema della pace e fare un passo in più verso quel futuro che sogniamo più fraterno e più pacifico».

Info: tel. 02.58391328; segreteria@azionecattolicamilano.it; www.azionecattolicamilano.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi