Monsignor Delpini visiterà in particolare gli alloggi per l’autonomia, dove incontrerà alcune mamme ospiti, di diversa nazionalità, nonché personale, volontari e professionisti della Fondazione

Asilo Mariuccia
L'Asilo Mariuccia

Martedì 29 maggio, alle 11, l’Arcivescovo di Milano visiterà la Fondazione Asilo Mariuccia presso la sede di via Niccolò Jommelli 18 a Milano, e in particolare gli alloggi per l’autonomia, dove incontrerà alcune mamme ospiti, di diversa nazionalità, nonché personale, volontari e professionisti dell’Asilo Mariuccia. Sarà accolto dal presidente Camillo de Milato e dal Consiglio di amministrazione, nelle persone di Laura Bajardelli, Barbara Bianchi Bonomi, Mario Furlan e Silvia Gardino. Saranno inoltre presenti i rappresentanti della importante «rete di lavoro» che la Fondazione ha nel tempo costruito attorno a sé, e che comprende Croce Rossa, Società Umanitaria, City Angels, Pane Quotidiano, Fondazione Don Gnocchi.

Proprio con quest’ultima, lo scorso anno (115° anniversario della nascita del beato don Carlo Gnocchi e dello storico Ente milanese), è stato ratificato un “gemellaggio”, in base la quale le due Fondazioni collaborano per creare sinergie e progetti concreti di aiuto alle categorie più deboli e bisognose. Il presidente de Milato aveva sottolineato in quell’occasione: «L’Asilo Mariuccia consolida la sua opera di ente socio assistenziale con vocazione alla formazione: accogliamo per dare speranza e un futuro concreto alle nostre assistite, che trovano risposta immediata al bisogno di una casa e subito dopo iniziamo a costruire un percorso di assistenza psicologica e sanitaria, e di accompagnamento al lavoro, partendo proprio dalla loro formazione. Io, il Consiglio di amministrazione e tutto il personale dell’Asilo Mariuccia, crediamo infatti che non vi sia dignità senza lavoro e che aiutare concretamente le mamme a ritrovare questa dignità contribuisca a restituire loro fiducia nel futuro. E in questo siamo confortati anche dall’ultimo successo: lo scorso anno abbiamo inaugurato una nuova casa accoglienza che si è già consolidata come realtà di eccellenza».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi