Riguarderà le Stazioni dalla IV all’VIII e avrà per tema “Il Figlio che sostiene la Madre”. Attesi in Cattedrale i fedeli delle Zone II e V, dirette tv, radio, web e Twitter. Il rito arricchito dalla presenza della copia della Pietà Rondanini, testimonianze poetiche e accompagnamenti musicali

Scola Via Crucis

Martedì 26 febbraio, alle 21, in Duomo, è in programma la seconda Via Crucis guidata dal cardinale Angelo Scola nell’ambito del cammino catechetico quaresimale dal titolo “Stabat Mater dolorosa”, che si protrarrà poi per altri due martedì. Questo secondo appuntamento ha per tema “Il Figlio che sostiene la Madre” e riguarderà le Stazioni IV, V, VI, VII e VIII. Il rito sarà arricchito dalla presenza della copia della Pietà Rondanini di Michelangelo, testimonianze in poesia e prosa (testi di Paul Claudel, Paolo VI, Charles Péguy, don Primo Mazzolari e San Bonaventura) e accompagnamenti musicali (brani di monsignor Luciano Migliavacca, Agostino Donini e Franchino Gaffurio).

In linea con l’obiettivo di favorire la presenza in Duomo di fedeli provenienti dalle Zone pastorali, privilegiando alcune date per le singole Zone, per questo secondo appuntamento sono attesi in Duomo i fedeli della Zona II (Varese) e della Zona V (Monza). Per loro, così come per i fedeli e i gruppi d’ascolto collegati da casa via tv, radio e web, è a disposizione il sussidio Stabat Mater dolorosa, con cui poter seguire la Via Crucis (Centro Ambrosiano, 72 pagine, 2.60 euro).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi