L’oratorio domenicale rende sperimentabile quello che l’Iniziazione cristiana indica e cioè che il cristiano è l’uomo della domenica, giorno del Signore, della comunità, della gratuità e della festa

di don Enrico CASTAGNA
Comunità pastorale “San Paolo” - Giussano

Don Enrico Castagna

Nella Comunità pastorale di Giussano, come in tante altre, proponiamo in ogni oratorio la tradizionale possibilità della domenica condivisa. Puntiamo sul fatto che l’esperienza domenicale sia strettamente correlata con la catechesi e la Messa; sono soprattutto i giovani animatori presenti anche alla catechesi a garantire la continuità. Puntiamo ad invitare la famiglia (in qualche caso con momenti di pranzo condivisi), perché, come si sa, solo se si coinvolgono i genitori è possibile che lo facciano anche i bambini. La dimensione della gioia di stare insieme gratuitamente nel gioco, nelle attività e nella preghiera rimane un’esperienza da proporre, anche se non sempre le famiglie possono garantire una presenza continuativa.

L’oratorio domenicale rende sperimentabile quello che la catechesi dell’Iniziazione cristiana indica e cioè che il cristiano è l’uomo della domenica, giorno del Signore, della comunità, della gratuità e della festa

Fra le varie attività oratoriane domenicali collegate con l’Iniziazione cristiana vorrei segnalarne tre.

Mi piace segnalare l’importanza che riveste lo sport in oratorio quando è attento a garantire gli spazi adeguati per vivere come priorità la Messa domenicale e quando, in una comunità, si cammina cercando una sinergia fra gli educatori sportivi e tutti gli altri educatori.

Segnalerei l’attività del Centro Vocazionale che si tiene la domenica mattina mensilmente ed è rivolto ai ragazzi che già nel cammino di Iniziazione cristiana incominciano a maturare la coscienza di essere “chiamati”. In questi incontri che sono animati da giovani educatori della Comunità pastorale si fa tesoro della proposta indicata ogni mese dalla rivista del Seminario “Fiaccolina”. Questo momento domenicale più disteso diventa l’occasione perché i ragazzi, in un clima fraterno, imparino a meditare la Parola di Dio e a conoscere la vita di qualche santo.

Segnalerei l’offerta formativa dell’Azione Cattolica dei ragazzi che principalmente nella nostra Comunità pastorale è proposta tutti i sabati al pomeriggio. Vi è in questa proposta l’opportunità per i ragazzi e le loro famiglie di fare ancor più viva esperienza di appartenenza alla Chiesa attraverso l’appartenenza associativa. Da quest’anno gli educatori dell’Acr si sono resi disponibili per animare in uno dei nostri oratori mensilmente alcune domeniche pomeriggio per mostrare e mettere a servizio di altri ragazzi un certo stile di condivisione.

 
  

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi