Dal 19 febbraio fino al Sabato grasso ambrosiano sfilate a Milano e in tutta la Diocesi animate dagli oratori secondo il tema proposto dalla Fom

di Mario PISCHETOLA

Fom_Carnevale 2012

Sarà il Carnevale più musicale degli ultimi anni, quello che i ragazzi degli oratori dedicheranno alle canzoni più belle della storia della musica, secondo una hit parade speciale che già dal pomeriggio di domenica 19 febbraio sfilerà in decine di città e paesi in tutto il territorio diocesano.

Il 37° Carnevale dei ragazzi, dal titolo “Jukebox – Metti in scena una canzone”, entra nella sua fase “calda” che culminerà con le sfilate del 25 febbraio, Sabato grasso ambrosiano. La più attesa è la sfilata degli oratori nel centro storico di Milano che inizierà alle 15. Quest’anno, a causa del mancato transennamento del solito percorso più ampio, la sfilata si svolgerà esclusivamente attorno a Piazza Duomo: un circuito di quasi un chilometro che vedrà, come di consueto, un addensamento di migliaia di spettatori, pronti a partecipare alla festa degli oratori in maschera.

Fremono dunque gli ultimi preparativi per allestire carri, costumi e animazioni. In queste settimane decine di oratori si sono trasformati in laboratori dove ciascuno, a partire dai più piccoli, ha dato il suo personale contributo per preparare le coreografie. Ogni gruppo metterà in scena una canzone, scelta fra i più svariati repertori, quelli più classici e quelli che hanno dominato le classifiche degli ultimi anni. La musica prenderà vita e quindi la canzone non sarà solo ascoltata, ma anche vista dagli spettatori, grazie alla rappresentazione che i ragazzi, con i loro animatori, riusciranno a mettere in mostra.

Ogni anno ls Fondazione Oratori Milanesi (Fom) cerca di individuare il tema che può avere i migliori sviluppi possibili e la più ampia applicazione. Alla base della proposta c’è l’attenzione al protagonismo dei ragazzi, e quindi anche alla semplicità e all’immediatezza del messaggio, e allo stile così detto “robinsoniano” che consiste nell’utilizzo di materiale di recupero per la confezione dei costumi. La mancanza di spreco non comporta un deficit di bellezza e prevede senz’altro uno sforzo notevole nella preparazione.

Per questo la Fom, dopo aver presentato il tema a dicembre, ha dedicato un pomeriggio di formazione per gli animatori agli inizi di gennaio. Quest’anno c’erano circa quattrocento partecipanti provenienti da più di settanta oratori. Inoltre la Fom ha realizzato un fascicolo dedicato dal titolo Jukebox (In dialogo) con un cd allegato che, oltre a fornire i canti, contiene modelli e sagome riproducibili.

Il segreto del Carnevale degli oratori è legato proprio al coinvolgimento diretto dei ragazzi (con l’aiuto prezioso dei loro genitori e degli animatori dell’oratorio): prima acquisiscono in concreto piccole abilità legate alla manualità e alla creatività per formare i costumi; poi diventano gli attori principali di uno spettacolo che non solo rallegra decine di piazze, ma mette in scena uno stile di animazione rispettoso nei suoi contenuti e trascinante per gli spettatori coinvolti nella festa.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi