Sul tema «Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio». Intervengono monsignor De Scalzi, che leggerà il saluto del cardinale Scola, e monsignor Bressan

Basilica di Sant'Ambrogio

«Non di solo pane vivrà l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio» è il tema del quinto convegno nazionale dell’Associazione Cattolici Vegetariani, organizzato in collaborazione con la Diocesi di Milano e in occasione di Expo 2015, in programma sabato 6 giugno alla Basilica di Sant’Ambrogio. Previsto l’intervento iniziale di monsignor Erminio De Scalzi, Vescovo ausiliare e Abate di Sant’Ambrogio, che leggerà il saluto inviato dal cardinale Angelo Scola, e quello di monsignor Luca Bressan, Vicario episcopale, su «Il pasto che educa».

«Per testimoniare l’amore per il Creato e per la vita la nostra associazione propone una alimentazione che non tolga a nessuno la vita (il che vuol dire astensione dalle carni e dai prodotti derivanti dagli animali) – spiega il professor Gianfranco Nicora, dell’Istituto Italiano di Bioetica -. Gli aderenti a questo gruppo non vogliono imporre a nessuno il vegetarianesimo, ma vogliono essere all’interno della Chiesa con la preghiera e l’astensione dai cibi che comportano sofferenza, sfruttamento o morte dei nostri fratelli minori, testimoni del Regno dei Cieli e della vita del mondo che verrà. Siamo anche consapevoli che una sana alimentazione vegetariana contribuisce notevolmente a rispettare il Creato, coltivando e custodendo il Giardino, che Dio ci ha affidato».

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi