Si sta strutturando in questi mesi il coinvolgimento della comunità adulta. Una guida accompagna verso la Professione di fede. Altri eventi sono il pellegrinaggio a Roma e l’incontro al Sacro Monte

di Mario PISCHETOLA

14enni sacro monte

La cura dei preadolescenti nella comunità cristiana risulta essere una delle sfide più urgenti nell’ambito dell’accompagnamento e dell’educazione alla fede delle giovani generazioni e, nello stesso tempo, è ancora uno degli anelli da ripensare e costruire in modo organico, in seguito alla presentazione delle linee-guida diocesane per l’iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi.

Si attendeva proprio la definizione del percorso di iniziazione cristiana per dare avvio alla proposta di un itinerario diocesano che si sta strutturando in questi mesi, grazie a un gruppo di lavoro specifico costituitosi all’interno del Vicariato per l’evangelizzazione e i sacramenti, sotto la guida di monsignor Pierantonio Tremolada. Il lavoro dell’équipe diocesana parte dal necessario coinvolgimento della comunità adulta, in particolare quanti più direttamente incrociano i ragazzi nella loro vita quotidiana, chiamati a divenire «comunità educante», capace di affascinare perché per prima si lascia provocare dalla chiamata del Signore.

Intanto un appuntamento simbolico, che attualmente polarizza il cammino dei preadolescenti nella Diocesi ambrosiana, è la Professione di fede che, al momento, viene «celebrata» a 14 anni, nel passaggio verso l’adolescenza. Il Servizio per i ragazzi, gli adolescenti e l’oratorio ha già predisposto una guida che accompagna i ragazzi verso la Professione di fede di quest’anno dal titolo Ti vedo bene. Il sussidio, edito da In dialogo, è già disponibile in libreria.

I temi del «Cammino 14enni» di quest’anno ricalcano l’iniziativa pastorale «Il campo è il mondo». L’intento del percorso, costruito in quattro tappe su più settimane, consiste nello «stimolare i ragazzi a cercare e a vedere – così si legge nell’introduzione al fascicolo – il bene che li circonda, anche nelle situazioni in cui sembra “soffocato” dalla zizzania». Attraverso il riferimento alla Parola di Dio, ma anche grazie a specifiche attività, giochi, impegni e momenti di preghiera, i ragazzi potranno allargare lo sguardo sul mondo della scuola, sulle loro relazioni, sul tempo libero e sul futuro che li attende in chiave vocazionale.

Ora dunque l’attenzione è puntata sul termine dell’itinerario, anche se non mancano richiami e proposte per tutti i preadolescenti nell’ambito dell’animazione dell’anno oratoriano. Due intanto sono gli eventi simbolici che coinvolgono soprattutto i quattordicenni: il pellegrinaggio a Roma che avverrà, anche quest’anno, nelle date del 22 e 23 aprile, con la Santa Messa in San Pietro in Vaticano presieduta dal cardinale Angelo Comastri e l’udienza dei gruppi con Papa Francesco, e l’incontro diocesano al Sacro Monte di Varese con il Vicario generale, monsignor Mario Delpini, che si terrà nel pomeriggio di sabato 10 maggio (info: www.chiesadimilano.it/pgfom)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi