Tra i visitatori dello scorso fine settimana molti insegnanti e studenti, italiani e stranieri, e anche il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, «affascinato e incuriosito dal tavolo multimediale»

Expo_Santa Sede_Pisapia

A dieci giorni dall’apertura, il Padiglione della Santa Sede è uno dei più scelti da insegnanti e studenti. Numerose classi di ogni ordine, delle scuole statali e paritarie, si sono recate in visita da diverse parti d’Italia, ma anche dall’estero. Giovedì, per esempio, il Padiglione ha accolto un folto gruppo di studenti francesi, di una scuola della Lorena.

A fare da richiamo per le scuole è il tema, i risvolti sociali connessi, ma anche le bellezze che il Padiglione contiene: un capolavoro dell’arte rinascimentale italiana, l’Ultima cena di Tintoretto, prestata dalla chiesa veneziana di San Trovaso.

Ospite di sabato mattina è stato il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, che si è fatto accompagnare in una visita completa della struttura insieme alla moglie, Cinzia Sasso. «Mi ha affascinato e incuriosito il tavolo multimediale. Molto profonda l’idea di utilizzare la tavola come metafora dell’agire insieme, della comunità che si ritrova, per nutrirsi oltre che nel corpo nello spirito, come appunto suggerisce il motto “Non di solo pane”, che compare sulla facciata del Padiglione», ha detto Pisapia. Il sindaco di Milano si è anche soffermato a lungo sulla parete che mostra, con 170 fotografie, le problematiche del Pianeta.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi